il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


BORDOLANO

Aggredito e preso a calci in mezzo alla strada

Increscioso episodio che ha avuto come vittima Angelo Catenacci, il titolare del soccorso stradale

aggressione preso a calci

BORDOLANO - Angelo Catenacci, titolare del soccorso stradale di Bordolano, è stato preso a calci e pugni. L’increscioso episodio si è verificato giovedì nel tardo pomeriggio, verso le 18.30 in prossimità della rotatoria di Cignone. «Stavo portando a casa un mio amico che ha avuto un problema a causa di un guasto alla macchina e stavo percorrendo la provinciale che attraversa Cignone. All’altezza della farmacia una Ford Focus mi ha sorpassato a folle velocità. Poi, appena rientrata, il conducente ha frenato all’improvviso. Gli ho fatto i fari per avvisalo di stare attento. Ma l’automobilista, a pochi metri della rotonda, ha inchiodato e io gli ho fatto i fari di nuovo. Lui allora è sceso dalla macchina e, nell’aprire la portiera per scendere, mi ha schiacciato una gamba. Poi mi ha fatto lo sgambetto e mi ha fatto cadere a terra, sull’asfalto. Mi ha preso a pugni e prima di risalire in macchina mi ha dato dei calci». C'è la targa dell'auto dell'aggressore che potrebbe essere presto individuato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

08 Marzo 2014

Commenti all'articolo

  • franco

    2014/03/08 - 16:04

    Adess i disaraa che l'era stresaat.....che bisugna capiil...che aan luu l'è 'na vitima de la crisi....Insomma la culpa l'è de chel che gaa ciapaat su !!!

    Rispondi

  • They

    2014/03/08 - 07:07

    Chi si comporta così in automobile significa che non è abile alla guida perché pericoloso, quindi, via la patente a vita.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000