il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASO APIC

"Feroldi, solo un tecnico
Non aveva poteri decisionali"

La testimonianza dell'ex addetto stampa Alberto Bardelli al processo per peculato

"Feroldi, solo un tecnico
Non aveva poteri decisionali"
CREMONA - "Il dottor Feroldi aveva un ruolo operativo, non decisionale. Curava l’organizzazione di mostre ed eventi culturali. Il suo impegno era a 360 gradi. Si occupava di tutto, era veramente l’anima dell’Apic. Agiva sicuramente su indicazione stretta del presidente Torchio e del capo di gabinetto Crotti (Renato Crotti, ndr)... Sono sicuro che in numerose occasioni Feroldi abbia manifestato il fatto che non c’erano soldi. L’ho saputo attraverso l’ex assessore Spingardi. A fronte dei bilanci che si contraevano, la stessa Spingardi in giunta aveva portato le preoccupazioni". Lo ha detto oggi Alberto Bardelli, dal 2001 al 2009 addetto stampa dell’amministrazione provinciale, al processo per peculato a carico di Franco Feroldi, l’ex tuttofare dell’Apic, il braccio culturale della passata amministrazione provinciale, parte civile con l’avvocato Isabella Cantalupo. La procura contesta a Feroldi un ammanco di circa 168 mila euro nelle casse dell’Apic, tra il 2005 e il 2007. Accusa che l’ex dirigente, difeso dall’avvocato Massimiliano Cortellazzi, respinge, sostenendo, al contrario, di averci rimesso soldi propri per tamponare le emorragie di un bilancio in profondo rosso . Chiamato a testimoniare dalla difesa Feroldi, alla presidente Maria Stella Leone e ai giudici Cristina Pavarani e Francesco Sora, Bardelli ha detto che l’ex dirigente "è persona capace". Fu il presidente della Provincia Torchio, che in virtù della sua carica era anche presidente dell’Apic, a presentare, nel giugno del 2009, un esposto in procura, nel quale denunciò ammanchi e puntò l’indice contro Feroldi che dal primo luglio andò in pensione. La sentenza sarà emessa il 6 maggio prossimo. 

Francesca Morandi

04 Marzo 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000