il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Donna presa a sassate mentre aspetta il bus

Una 44enne aggredita in piazza Roma da quattro ragazzi

Vigili davanti ad un  autobus

CREMONA - Aggredita nel cuore della città. Presa a sassate da quattro ragazzi, quattro bulli, mentre aspetta il bus alla fermata di piazza Roma. Il tutto alle 18.30, quando per quel tratto del centro transitano centinaia di passanti.

Ha dell’incredibile la vicenda avvenuta lunedì 24 febbraio a una cremonese di 44 anni colpita da un sasso allo zigomo. Nessuna conseguenza agli occhi, ma è chiaro che il bilancio poteva essere drammatico. La donna è stata importunata, presa in giro e oggetto di insulti. Visto che non rispondeva alle provocazioni i balordi le hanno tirato addosso un sasso.

La donna si è subito rivolta agli agenti della polizia locale, presso i quali ha subito presentato una denuncia: della vicenda se ne occupa in prima persona il comandante Fabio Germanà Ballarino. In zona ci sono diverse telecamere che potrebbero avere ripreso i bulli in fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • gianfranco

    2014/02/27 - 11:11

    In TV un pubblicità-progresso insegna ai giovani (ed anche a tutti gli altri) che si può giocare d'azzardo con moderazione. Poi spesso si legge che bisogna bere con buon senso ovvero non importa se ti distruggi il fegato ma se ti ubriachi devi far guidare un altro. Lo stesso se ti fai una canna o ti impasticchi... ciò può avere effetti devastanti ma se ti droghi con moderazione allora puoi farlo. Poi però ci stupiamo se questi giovani a cui si è insegnato a rovinarsi la vita con "moderazione", fanno, con altrettanta "moderazione" i bulli? Ecchesarammai? Una sola sassata, magari con un sassolino piccolo e friabile..., qualche insulto... un po' di tolleranza che diamine! So' ragazzi, so' ggiovani. Sono solo moderatamente delinquenti... Ovviamente il mio è volutamente un paradosso, in realtà con l'assurda pretesa che si possa tenere un qualsiasi comportamento, anche illegale, utilizzando il "buon senso" produce poi brutti episodi come questo.

    Rispondi

  • gianfranco

    2014/02/27 - 10:10

    In TV un pubblicità-progresso insegna ai giovani (ed anche a tutti gli altri) che si può giocare d'azzardo con moderazione. Poi spesso si legge che bisogna bere con buon senso ovvero non importa se ti distruggi il fegato ma se ti ubriachi devi far guidare un altro. Lo stesso se ti fai una canna o ti impasticchi... ciò può avere effetti devastanti ma se ti droghi con moderazione allora puoi farlo. Poi però ci stupiamo se questi giovani a cui si è insegnato a rovinarsi la vita con "moderazione", fanno, con altrettanta "moderazione" i bulli? Ecchesarammai? Una sola sassata, magari con un sassolino piccolo e friabile..., qualche insulto... un po' di tolleranza che diamine! So' ragazzi, so' ggiovani. Sono solo moderatamente delinquenti... Ovviamente il mio è volutamente un paradosso, in realtà con l'assurda pretesa che si possa tenere un qualsiasi comportamento, anche illegale, utilizzando il "buon senso" produce poi brutti episodi come questo.

    Rispondi

  • gian carlo

    2014/02/26 - 16:04

    Visto e considerato che i richiami non servono a nulla, bisogna usare le maniere forti. Nel contempo però anche una grossa multa ai genitori perché il comportamento di questi bulli è il risultato del buonismo della famiglia.

    Rispondi

  • Nicola

    2014/02/26 - 09:09

    Se e' tutto vero cio' che riporta la cronaca, speriamo vengano presi questi bastardi e lapidati nei giardini di Piazza Roma.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000