il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SORESINA E CASTELLEONE

Rubarono vini e pasta adesiva per dentiere, condannata la banda dei supermercati

I tre romeni, di fatto irreperibili, si erano resi protagonisti di tre colpi: in un caso il vicedirettore finì al pronto soccorso

dentiera

CREMONA - Vino e champagne, ma anche creme di vario genere e ben 53 confezioni di pasta adesiva per dentiere. E’ il bottino della banda dei supermercati, due romeni (un terzo scapperà con il malloppo) che tra il 18 e il 22 febbraio dello scorso anno misero a segno tre colpi, uno alla Coop di Soresina, due al Famila di Castelleone dove, in un caso atterrarono il vice direttore che finì al pronto soccorso: quindici giorni di prognosi. Il quarto colpo andò a vuoto e i ladri vennero fermati dai carabinieri al rondò della Castelleonese, alle porte di Cremona. 

Tre anni e due mesi di reclusione e 650 euro di multa per rapina impropria, lesioni e per i furti aggravati. E’ la condanna che il tribunale ha inflitto ad Alexandru Mihai Georgescu e a Constantin Bogdan Andronescu, entrambi del 1989, il primo ufficialmente residente a Cologno al Serio (Bergamo), il secondo in Romania, di fatto evaporati. Nei loro confronti il presidente Pio Massa, con i giudici Pierpaolo Beluzzi e Christian Colombo, ha ordinato, nel caso venissero presi, l’allontanamento. Il pm Laura Patelli (al suo debutto) aveva chiesto per gli stranieri la condanna a 2 anni e 5 mesi di carcere e alla multa di 650 euro, mentre il difensore Massimo Tabaglio l’assoluzione «in quanto non è totalmente provata la responsabilità degli imputati».

Il 18 febbraio 2013 Georgescu e Andronescu colpirono alla Coop di Soresina. I loro occhi si posarono su nove bottiglie di vino e champagne. costo complessivo 486,30 euro. Erano chiuse in una vetrinetta, fecero saltare il lucchetto e fuggirono. Il giorno dopo si presentarono al Famila di Castelleone. Stavolta, nel mirino finirono le confezioni di pasta per dentiera. Valore 394,70 euro. La telecamera li riprese. E come aveva evidenziato il pm, «sono gli stessi soggetti che il 22 febbraio tornano al Famila», dove rubarono confezioni di creme di vario tipo (totale 930 euro). Erano in tre. Per guadagnarsi l’impunità, si scagliarono contro il vice direttore. Lo presero per il collo, lo strattonarono e lo colpirono con una violenta gomitata. Il complice riuscirà a fuggire con la merce. Da Castelleone, dove nel frattempo fu lanciato l’allarme alla caserma dei carabinieri, tempo dopo i due si spostarono a Soresina. Sempre su una Punto di color rosso slavato già notata in precedenza dal vice del Famila che prese anche le prime due lettere di targa (AB). A Soresina capirono di essere stati riconosciuti, tornarono in auto e puntarono su Cremona. Al rondò della Castelleonese fine del viaggio: ad aspettarli c’erano i carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Febbraio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000