il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA-MILANO

Bulli sul treno
scatenano il caos

Ragazzini si infiltrano nel locale dell'interfono: rabbiosa reazione di alcuni viaggiatori

Bulli sul treno
scatenano il caos
CREMONA - Si sono intrufolati nella carrozza in cui è installato l'interfono e, una volta aperto il microfono, hanno diffuso frasi balorde con un maldestro intento comico: il gruppo di ragazzini, a bordo del treno 2650 in viaggio da Cremona a Milano, è entrato in azione nei pressi della stazione di Rogoredo. Ed ha scetanato la reazione di alcuni pendolari che sono venuti alle mani generando un vero e proprio parapiglia. Attimi di pura tensione, che si sono risolti, fortunatamente, senza l'intervento del personale viaggiante. "Questi deficienti avrebbero potuto fare il diavolo a quattro, completamente indisturbati" denuncia un viaggiatore sul profilo Facebook del Comitato Pendolari Milano-Cremona-Mantova. Scesi a Rogoredo, i ragazzi se la sono filata passandola liscia. 

21 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • They

    2014/02/23 - 08:08

    Confermo, genitori troppo intenti a lavorare hanno poi un senso di rimorso verso i figli che difendono anche quando andrebbero puniti severamente, quindi, giustamente, devono ridpondere delle azioni dei figli e penso che la miglior punizione sia dare multe salate e i soldi raccolti utilizzarli per riparare i danni materiali o morali causati dai loro "angioletti".

    Rispondi

  • gian carlo

    2014/02/21 - 16:04

    Tutti i giorni leggiamo le bravate di questi bulli. E' ora di far capire loro che la pazienza ha un limite. Bisogna intervenire anche sui genitori affinché capiscano che sono responsabili delle bravate dei loro "ANGELI"

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000