il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Scovata impresa fantasma
Maxitruffa ai danni dell'Inps

Nei guai un romeno e un ragioniere cremonese: un centinaio di contratti fittizi per raggirare la pubblica amministrazione

Scovata impresa fantasma
Maxitruffa ai danni dell'Inps
CREMONA - Attiva nel settore edile, con sede a Cremona e un centinaio di lavoratori a contratto. Un’impresa edile come tante, regolarmente registrata come ragione sociale. Ma mai effettivamente operativa. E’ una truffa da centinaia di migliaia di euro quella smascherata dal nucleo carabinieri dell’ispettorato del lavoro di Cremona dopo sei mesi di indagini scandite da sopralluoghi in cui non sono stati trovati né una sola cazzuola né un singolo martello. I contratti erano stati stipulati tutti con stranieri di etnia rom residenti in mezzo Nord Italia all’unico scopo di raggirare la pubblica amministrazione per ottenere, indebitamente, erogazioni previdenziali elargite dall’Inps: risultano incassati illecitamente assegni famigliari, sussidi di maternità, contributi vari e pensioni vere e proprie. Alla fine, nei guai sono finiti il romeno titolare della ditta fantasma e un ragioniere cremonese referente di uno studio di elaborazione dati contabili.
APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA DOMENICA 16 FEBBRAIO

15 Febbraio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000