il network

Venerdì 24 Novembre 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

La MOSTARDA
Un fantastico concentrato di “archeologia alimentare” sulle nostre tavole

La MOSTARDA

 

Blog


CASTELVETRO

Femminicidio, il funerale di Cinzia quattro mesi dopo il delitto

Soffocata e strangolata dal convivente a fine settembre del 2013, Gilberti si trova in carcere a Piacenza

Femminicidio, il funerale di Cinzia quattro mesi dopo il delitto

Il funerale di Cinzia Agnoletti

CASTELVETRO - A quattro mesi dall’orrendo delitto di via Stazione, lunedì mattina la comunità castelvetrese ha detto addio alla 51enne Cinzia Agnoletti, soffocata e strangolata dal convivente Giampietro Gilberti. Il nullaosta alla sepoltura era stato rilasciato dalla Procura della Repubblica di Piacenza pochi giorni fa.

Nelle prime panche della chiesa amici e parenti, persone che hanno conosciuto la 51enne sul posto di lavoro (nei ristoranti di Mezzano e Bosco ex Parmigiano) o in paese. In silenzio hanno ascoltato le parole del parroco don Mauro Manica. Il sacerdote ha tentato di portare parole di consolazione e fede, soprattutto per Manuel, il figlio di Cinzia e Giampietro, che è doppiamente provato dal dolore. Perchè oltre ad aver perso per sempre la madre vive il dramma del padre, rinchiuso nel carcere delle Novate di Piacenza con l’accusa di omicidio volontario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

10 Febbraio 2014