il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Un caso di scabbia al Beltrami

L'Asl ha ordinato di pulire palestra e spogliatoi, situazione sotto controllo anche se serpeggia un po' di preoccupazione

Un caso di scabbia al Beltrami

Studenti in via Palestra davanti al Beltrami

CREMONA - Un caso di scabbia all’istituto per ragionieri ‘Beltrami’ di via Palestro. Con una mail inviata nei giorni scorsi al preside Adelio Maffezzoni, il responsabile dell'Asl per le malattie infettive, Angelo Monteverdi, ha informato il capo d'istituto della patologia che ha colpito un suo studente. Di pari passo lo stesso Monteverdi ha prescritto la pulizia accurata della palestra, degli spogliatoi e, soprattutto, dei supporti usati per l'attività sportiva, a cominciare dai materassini, potenziali veicoli di contagio. La situazione è del tutto sotto controllo ma questo non toglie che da qualche giorno serpeggi una certa preoccupazione tra alunni e i loro genitori. 

Per quel che concerne la cura, già dopo un primo trattamento — ha spiegato sempre  Monteverdi — si può tornare a una vita di relazione pressoché normale, senza pericolo di trasmettere la malattia. L’ultima volta che a Cremona si sono verificati casi di scabbia risale ad alcuni anni fa, quando quella patologia fu riscontratata su una parte degli extracee arrivati fino a Cremona, come clandestini, a bordo di un Tir.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2014/10/10 - 11:11

    guarda caso,non viene detto,ma scommettiamo che il paziente malato era indiano o extracomunitario???E poi uno non dovrebbe diventare razzista??!!!!Se ne fregano e sbattono di igiene e pulizia perchè NON sono e NON saranno mai come noi.La loro "cultura" è una non cultura e pertanto la pulizia personale e l'igiene è un orpello inutile..............perbenisti comunisti inutili,insegnate loro a lavarsi almeno,visto che li state importando a migliaia

    Rispondi

  • romanini

    2014/02/15 - 14:02

    SI AVETE CAPITO BENE, UNA SOLA PAROLA: PULIZIA. ELLA RACCHIUDE LA CHIAVE DI UNA IMMINENTE E INEQUIVOCABILE SOLUZIONE, DRASTICA MA SOPRATTUTTO NECESSARIA, PER RIPRISTINARE L'ORDINE, IL RIGORE E LA DISCIPLINA, E INFINE ANCHE LA SALUTE. MA PER QUANTO TEMPO TUTTO QUESTO E' STATO PERMESSO?. VIVERE NELLA SPORCIZIA, SENZA REGOLE, SENZA RIGORE, SENZA MORALITA', CIO' NON FARA' ALTRO CHE TRASFORMARE QUESTO MONDO IN UN ORRENDO PORCILE. MA PULIZIA INTESA ANCHE IN SENSO CORPORALE (ACQUA E SAPONE) E INTESA COME CORPO DOCENTI. I DOCENTI DEL 27 IL CUI LORO SCOPO (PERCHE' DI QUESTO SI TRATTA PER INTENDERE IL LATO PIU' CALLIDO DEL DEFINIRSI "DOCENTE") ANDREBBERO RIPULITI.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000