il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Colpi fasulli alla Real Games, scacco a tutta la banda

Arrestati gli esecutori materiali, si tratta di un 29enne e un 33enne residenti nel Cremonese: i due sono responsabili anche di un assalto ad un distributore di benzina di Bettenesco

Colpi fasulli alla Real Games, scacco a tutta la banda

Le immagini del furto inscenato il 13 agosto 2012

CREMONA - Scacco a tutta la banda che, tra agosto 2012 e marzo 2013, ha inscenato colpi fasulli alla sala giochi Real Games di via Eridano. In manette sono finiti gli esecutori materiali: Vito Greco di 29 anni nato a Francavilla e Carmine Pascale di 33 anni nato a Crotone, entrambi residenti nel Cremonese.

I poliziotti sono entrati in azione all'alba su ordine del gip Guido Salvini. Agli arrestati vengono contestati due furti simulati alla Real Games, una rapina simulata (quella de 4 marzo) e una rapina vera realizzata il 13 agosto con la complicità del basista Tiziano Cantarini (arrestato lo scorso 9 ottobre). Tra i capi d'imputazione dell'arresto anche una rapina al distributore Ip di Bettensco (IL VIDEO) messa a segno nel settembre del 2013.

Cantarini, 32enne del Piacentino era un ex dipendente della Real Games. La sua testimonianza, raffrontata con le immagini della videosorveglianza, l’aveva incastrato a causa di forti incongruenze.

I colpi, per un totale di quasi 24mila euro sottratti al titolare della sala giochi, erano iniziati con una rapina il 13 agosto 2012 (via 4.100 euro). Furti a dicembre 2012 e gennaio 2013 (nel primo caso arraffati 10mila euro, nel secondo 850 euro). Un’altra rapina nella notte tra il 2 e il 3 marzo scorsi (che ha fruttato 7.500 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Febbraio 2014

Commenti all'articolo

  • franco

    2014/02/06 - 12:12

    però i soolt ji a tegnia delboon !!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000