il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA SENTENZA

Utenze staccate, il giudice:
"AEM riattivi l'acqua calda"

La famiglia che vive nella palazzina Aler di via Divisione Acqui ha vinto la battaglia legale

Utenze staccate, il giudice:
"AEM riattivi l'acqua calda"

CREMONA - AEM aveva staccato le utenze di fronte alla morosità della famiglia. Ora il giudice Andrea Milesi dispone la riattivazione del servizio di somministrazione dell'acqua sanitaria. La sentenza riguarda il caso della famiglia Kouame, che vive da 16 anni nella palazzina Aler di via Divisione Acqui, nel quartiere Zaist. Originari della Costa d’Avorio, Basile ed Elizabeth hanno lasciato fame e miseria e cercato una vita migliore per sé e i propri figli: Menita, 21enne, è arrivata in Italia a pochi anni; Stefano di 14 e Andrea di 11 sono nati qui.  A un certo punto non sono più riusciti ad affrontare i costi per le bollette del riscaldamento. Ma, con grande sforzo, hanno continuato a pagare quelle dell'acqua calda. AEM, qualche tempo fa, ha azzerato l'erogazione di entrambi i servizi. Fino al pronunciamento del giudice: "Sono infondate le eccezioni di nullità del contratto 'quadro' per illiceità dell'oggetto". Dai rubinetti della famiglia Kouame tornerà a scorrere l'acqua calda.

Piena soddisfazione è stata espressa dall’avvocato Luca Curatti. “Anche questa sentenza importante ribadisce nella sostanza che quanto lamentato da AEM è infondato, nel senso che è tecnicamente possibile differenziare la fornitura di acqua calda sanitaria e quella di riscaldamento. I nostro associati non hanno opposto nulla per il riscaldamento, ma hanno avuto pienamente ragione rivendicando la legittimità a poter mantenere in funzione la fornitura di acqua calda per la quale avevano onorato il pagamento. Il ricorso d’urgenza promosso da AEM non è il sistema migliore per cercare di risolvere i conflitti: auspico una concertazione collettiva che possa far evitare tempo e spese e che possa far ottenere risultati che invece non si raggiungono con un ricorso forzante”.

31 Gennaio 2014

Commenti all'articolo

  • Cittá Giurassica

    2014/02/01 - 09:09

    Mai saputo che che l'Aem distribuisse acqua giá calda. Solitamente la si scalda tramite gas o corrente elettrica, ma dall articolo si capisce che Aem fornisca acqua giá scaldata, magari partirá dagli uffici di v.le T. e Trieste.

    Rispondi

  • Simona Rita

    2014/02/01 - 09:09

    Così senza banalizzare... Ma invece di spendere soldi in avvocati non era meglio pagare la bolletta??

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000