il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


VERSO LE ELEZIONI

Primarie, ecco 'la sinistra che non ti aspetti' di Carletti

Presentato il programma dello sfidante di Galimberti e Viola

Primarie, ecco 'la sinistra che non ti aspetti' di Carletti

Paolo Carletti

CREMONA - E’ la «Sinistra che non ti aspetti», quella del candidato sindaco Paolo Carletti che sfiderà Gianluca Galimberti e Rosita viola alle primarie del centrosinistra. Quella che vuole «un’Aem sempre più coerente e trasparente, più pubblica e più privata». Che vuole l’isola pedonale senza auto, senza bici, senza auto delle forze dell’ordine (se non con sirena ed emergenza) ed il centro più appetibile delle gallerie commerciali. Con la prima mezz’ora gratis in tutti gli stalli Aem o il sabato mattina integralmente gratis. Che sogna il recupero delle Colonie Padane ed un attracco comunale che permetta la fruibilità del fiume a chi non è socio di canottieri o non possiede imbarcazioni. Al centro del programma di Carletti anche la liuteria in sinergia con Mdv e Monteverdi. E mercoledì alle 18 incontro pubblico, per la zona Castello, ai «Tre Scalini». Battuta finale:«C’è chi fa incontro in oratori, e chi nelle osterie».

 

di Giuseppe Bruschi
E’ la «Sinistra che non ti aspetti», quella del candidato  sindaco  Paolo Carletti. Quella che vuole «un’Aem sempre più coerente e trasparente, più pubblica e più privata». Che vuole l’isola pedonale senza auto, senza bici, senza auto delle forze dell’ordine (se non con sirena ed emergenza) ed il centro  più appetibile delle gallerie commerciali. Con la prima mezz’ora gratis in tutti gli stalli Aem o  il sabato mattina integralmente gratis. Che sogna il recupero delle Colonie Padane ed un attracco comunale che permetta la fruibilità del fiume a chi non  è socio di canottieri o non possiede imbarcazioni. Che vuole invertire la tendenza alla chiusura dei negozi in centro con questa ricetta: mettere  al tavolo della trattativa, con l’aiuto delle associazioni di categoria, affittuari e proprietari di locali commerciali proponendo loro il rifacimento dei contratti in scadenza nei due anni successivi ad un canone minore, ma assicurando dei anni di occupazione del locale, unendo così  gli interessi delle due parti. Ancora Paolo Carletti insiste su manutenzione ordinaria, decoro urbano, illuminazione, pulizia delle strade, recupero di aree ed immobili dismessi, di case con indotto occupazionele,  ma anche «centri di aggregazione di quartiere poichè non è possibile delegare in toto agli oratori la funzione di connettore sociale che spetta all’amministrazione comunale».  Per rilanciare Cremona bisogna apprezzarne le eccellenze e  lanciarla ai primi posti in campo culturale, artistico, agricolo e gastronomico. Il Museo del Violino è un patrimonio smisurato per il comune di Cremona che «deve badare ad una gestione che, nel rispetto degli obblighi di bilancio, ne faccia un centro culturale a livello europeo. Questo sarà possibile  soltanto se il Comune saprà creare le giuste sinergie tra MdV e consorzio della liuteria cremonese cercando i giusti strumenti di attrattiva del turismo culturale». E perchè non pensare ad una giornata di ‘violini in strada’ in cui le botteghe possano far vivere i propri strumenti con esibizioni in strada, magari davanti la propria bottega, in sinergia con MdV e Istituto Monteverdi?. Essenziale sarà la sinergia con CremonaFiere per trovare momenti di promozione delle produzioni che portano la città nel mondo.  Nel programma per le primarie, presentato da Carletti ieri mattina, vi sono anche bambini e a anziani, meno poliziotti in questura e più in strada, vigili nei quartieri,  borse lavoro per i giovani, sportello per le imprese, lavori di pubblica utilità. Ha spiegato:«Non sono contro nessuno, ma voglio che il Centrosinistra vinca».
E mercoledì alle 18 incontro pubblico, per la zona Castello, ai «Tre Scalini». Battuta finale:«C’è chi fa incontro in oratori, e chi nelle osterie».
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

25 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000