il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


GIORNATA DELLA MEMORIA E GIORNO DEL RICORDO

Dalla Shoah alle Foibe
Tragedie da non dimenticare

Ecco le iniziative per il mondo scolastico a cura dell'Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune di Cremona

Dalla Shoah alle Foibe
Tragedie da non dimenticare
CREMONA - Come ogni anno l'Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune di Cremona sostiene una serie di iniziative per promuovere e tener vivo il ricordo di due tragedie che vengono commemorate attraverso la Giornata della Memoria e il Giorno del Ricordo. Due tragedie accomunate dalla stessa cieca violenza e dallo stesso odio razziale che manifestano sentimenti di disprezzo dell'altro e delle sue diversità religiose, razziali e culturali. Le iniziative sono rivolte alle scuole con l'obiettivo di indurre i ragazzi a riflettere sul rispetto di quei diritti che sono alla base della società civile, e di dotare i giovani di un patrimonio di conoscenze storiche da approfondire in classe con l'aiuto degli insegnanti. 
Il primo appuntamento è lunedì 27 gennaio alle ore 10.00, Giornata della Memoria, alla scuola secondaria Anna Frank dove l'assessore alle Politiche Educative e della Famiglia Jane Alquati, l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli, il dirigente scolastico Renato Suppini interverranno alla “ridedicazione” della scuola ad Anna Frank, la ragazza tedesca ebrea divenuta simbolo della Shoah per il suo diario scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti in una casa di Amsterdam e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen. Gli alunni della scuola proporranno momenti di riflessione e di condivisione ricordando il dramma dell'Olocausto. Inoltre la Compagnia Teatrale SpazioMythos, giovane centro di sperimentazione e ricerca teatrale, proporrà due spettacoli teatrali rivolti alle scuole primarie e secondarie con il patrocinio e la collaborazione dell'Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia. 
Martedì 28 gennaio alle 9.00 “MEMINISSE” di Danio Belloni, con Compagnia SpazioMythos (Federico Benna, Giada Generali, Elisa Zanolla, Enrico Tomasoni) e con il gruppo musicale Volks Populi (Giordano Calvi tromba, Maurizio Corda chitarre, Claudio Cosi basso, Antonio Mignatta percussioni). Regia di Danio Belloni. Tra musica e teatro di narrazione si sviluppa questo progetto nato da due realtà apparentemente diverse, Il Gruppo musicale Volks Populi e la compagnia teatrale Spazio Mythos c.r.t., ricercando quelle condivisioni tra musica e musicalità della parola che fondendosi danno vita ad un linguaggio universale. Lo spettacolo si concentra sulle barbarie dell’uomo verso l’uomo. Le stragi della storia contemporanea; Shoah, Foibe, Bosnia, Corea, Africa ecc... Attraverso i suoni e le parole gli spettatori viaggeranno attraverso la crudeltà gratuita dell’uomo che si differenza dall’animale proprio per questo aspetto, cioè uccidere non per necessità di sopravvivenza ma per puro disprezzo verso chi è diverso per nascita, religione o ideologia. Lo spettacolo si rivolge alle scuole secondarie di secondo grado. 
Venerdì 7 febbraio alle 9.00 “Lacrime di memoria – Storie per parlare della Shoah ai bambini”, di e con Elisa Zanolla e Giada Generali – regia di Danio Belloni – produzione: compagnia teatrale “L’altra luna”. Lo spettacolo, facendo un uso sapiente del linguaggio metaforico della fiaba, si cimenta nel dedicato compito di raccontare ai più piccoli la follia dell’Olocausto. E’ un viaggio tra varie storie, tra varie sensazioni, tra vari sentimenti: un viaggio a volte poetico, a volte triste ma che anche strappa qualche sorriso. Un viaggio per fare in modo che i bambini non dimentichino…. E sorridano a un futuro migliore. Lo spettacolo è rivolto alle classi quarte e quinte delle scuole primarie e alla prima classe della secondaria di primo grado. 
Gli spettacoli si terranno al Teatro Monteverdi in via Dante, il costo del biglietto è di 5,00 €, è obbligatoria la prenotazione (info Federico Benna, tel 3398487373).

23 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000