il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


LA PROTESTA DEL COMMERCIO

"Tares, un salasso letale"
C'è chi sborsa 14mila euro

Confesercenti sta organizzando una raccolta firme e Confcommercio si scaglia contro le ragioni dei bilanci comunali

"Tares, un salasso letale"
C'è chi sborsa 14mila euro
Esplode anche Cremona la rivolta del commercio contro il salasso Tares, la nuova tassa rifiuti: è proprio dal centro della provincia che si sta organizzano la protesta che si estenderà presto al resto del territorio. Confesercenti è già sulle barricate: «O vinciamo questa battaglia — dichiara il direttore Giorgio Bonoli — o saranno in tanti a morire. Perché? Perché ci sono attività che pagavano 150 euro per lo smaltimento dell’immondizia e ora ne devono sborsare 1400 e altre, più grandi, che per decenni hanno ricevuto bollettini da tremila euro e adesso si sono ritrovati nella cassetta della posta richieste da 14mila euro». Confesercenti avvierà nelle prossime ore una raccolta firme per sollecitare i sindaci e ha già aperto una pagina Facebook in cui si raccolgono proposte e grida di dolore: la si trova alla voce ‘firma anche tu la petizione no Tares’. Inaccettabile anche per Confcommercio, come sottolinea il presidente Claudio Pugnoli:  «Quotidianamente registro la telefonata di iscritti che, oltre ad essere danneggiati da importi fuori da ogni logica, si sentono anche discriminati perché devono versare di più dei loro colleghi, magari del paese confinante. Per questo mi dissocio, ancora una volta, da quelle amministrazioni che hanno voluto far prevalere le ragioni del bilancio su quelle dello sviluppo». 

 
LEGGI DI PIU' SULL'EDIZIONE IN EDICOLA  DOMENICA 19 GENNAIO

18 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000