il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAPPELLA CANTONE

Discarica, ricorso bocciato
Torna l'incubo amianto

Per i magistrati del Tar l'autorizzazione regionale non è irregolare

Discarica, ricorso bocciato
Torna l'incubo amianto
CAPPELLA CANTONE — Autorizzazione regolare, ricorsi respinti e discarica d’amianto più vicina. Il Tar di Brescia conferma la validità dell’Aia rilasciata nel settembre 2011 dalla Regione e gela le speranze di Lameri e Cise, che dopo gli ultimi sviluppi dell’inchiesta penale (arrivata a coinvolgere anche l’ex governatore Roberto Formigoni) contavano sull’annullamento dell’iter autorizzativo. Invece niente: nella sentenza pubblicata ieri, i giudici del tribunale amministrativo si sono espressi sulla legittimità degli atti, tralasciando (perché non di loro competenza) la liceità o meno dei comportamenti, soprattutto in termini penali. Ciò significa che ora Cavenord può iniziare i lavori e interrare l’amianto? Finché i terreni rimangono sotto sequestro, no. Ma una volta che l’ex cava di Cappella Cantone non sarà più sottoposta a vincoli, in teoria sì. Tutto dipende dall’esito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Milano sulla Locatelli e le presunte tangenti pagate, in cambio di favori, ai vertici della Compagnia delle opere. "Ingiustizia è fatta" è il commento - tra rabbia e delusione - del sindaco di San Bassano Cesira Bassanetti. 
 
IL RUOLO DELLA COMMISSIONE DI ESPERTI. Un ruolo decisivo, nella sentenza, va assegnato alla relazione elaborata dalla commissione di esperti nominata un anno fa dal Tar di Brescia per valutare le criticità idrogeologiche del sito di Cappella Cantone ed esaminare la regolarità del progetto di Cavenord. I tre docenti universitari indicati dal tribunale amministrativo infatti «escludono che tutti i tipi di scenari negativi paventati dalle parti ricorrenti abbiano un sufficiente spessore di probabilità di accadimento, obliterati come sembrano essere dalle migliorie disposte». 

LEGGI DI PIU' SULL'EDIZIONE IN EDICOLA SABATO 18 GENNAIO

18 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000