il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MULTIUTILITIES

Lgh, fusione al bivio
Si raffredda flirt veronese

Si va verso un 'matrimonio' con Monza, Como e Seregno

Lgh, fusione al bivio
Si raffredda flirt veronese
CREMONA - Se Lgh è Romeo, forse Agsm non è Giulietta. Perché, mentre Verona spinge, Cremona frena. E’ questa la fotografia delle prove di fusione tra Lgh (di cui il Comune è il principale azionista) e Agsm, l’azienda in riva all’Adige. In questo momento il borsino sembra pendere per il ‘matrimonio’ con Monza e Como, Acsm-Aga, e Seregno, Gelsia. Insomma, meglio, a quanto pare, un nuovo polo lombardo delle multiutilities che uno lombardo-veneto. «Non c’è più stato nessuno sviluppo — commenta ora il presidente di Aem Patrimoni, Franco Albertoni —. Abbiamo in programma di rivederci a metà mese con gli altri soci di Lgh per valutare il lavoro fatto in queste settimane dai consulenti ai quali è stato affidato il compito di valutare i pro e i contro delle opzioni sul tappeto». Albertoni sottolinea il fatto che al momento «non c’è un’ipotesi privilegiata rispetto ad altre, ma è stato semplicemente chiesto agli advisors di comparare le varie soluzioni possibili».

06 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000