il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SONCINO

Messa per la beata Quinzani, chiesa vuota e il don sbotta

A San Giacomo quattro sacerdoti e solo 25 fedeli

Messa per la beata Quinzani, chiesa vuota e il don sbotta

La celebrazione per la beata Stefana Quinzani a Soncino

SONCINO - Quatto sacerdoti per una messa solenne, e solo 25 fedeli a partecipare al rito. La chiesa vuota ha amareggiato il parroco, che non ha mancato di manifestare davanti all’altare tutta la propria delusione.  I parrocchiani di San Giacomo si rivolgono personalmente alla beata Stefana Quinzani, quando si tratta di invocare protezione e grazie, ma nei fatti hanno perso il sentire comune che la funzione religiosa persegue: la sintesi del pensiero di don Mario Marinoni è al contempo una constatazione e una sferzata al suo gregge. Parole espresse giovedì sera, a chiusura della messa che ha ricordato l’anniversario di morte della terziaria domenicana morta a Soncino il 2 gennaio del 1530. 

Leggi di più sul giornale di sabato 4 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000