il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL PROCESSO

"Tamoil sapeva di inquinare"

Sotto accusa le fognature: il gup Salvini ha acquisito il carteggio

"Tamoil sapeva di inquinare"

CREMONA - Colpo di scena all'udienza preliminare del processo Tamoil sull'inquinamento della falda, per l'accusa causato dalla raffineria: da nuove carte risulterebbe che le fognature della raffineria erano un colabrodo. Il gup Guido Salvini ha accolto la richiesta del pm Fabio Saponara e ha acquisito il carteggio che dimostrerebbe che l'inquinamento deriverebbe proprio dalle fognature. Fatto che sarebbe stato sottaciuto da Tamoil. Non solo: Salvini ha disposto l'audizione di ex dipendenti Tamoil e anche di un tecnico che ha effettuato videoispezioni per conto di una ditta esterna, tutti già sentiti in procura. Si tratta di John Kemp, Luigi Tomaselli (che saranno sentiti il 3 gennaio prossimo), Piergiuseppe Savaresi e Lucio Ambrosio. Salvini, infine, ha chiesto la disponibilità di acquisire anche i verbali delle testimonianze degli altri dipendenti.

APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA VENERDI' 20 DICEMBRE

19 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000