il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SOSPIRO

Inaugurato il MAI,
casa dell'Art Brut

Per l'apertura a Villa Cattaneo allestita una mostra dedicata ad Armand Schulthess

Inaugurato il MAI,
casa dell'Art Brut
SOSPIRO — La sede di Fondazione Sospiro diventa il cuore pulsante dell’arte irregolare, punto di riferimento a livello nazionale di un fenomeno culturale in grande espansione. Nelle sale di Villa Cattaneo ha aperto i battenti il ‘Mai’, il primo museo italiano riservato all’arte dei disabili psichici, o più semplicemente a quella degli artisti che si esprimono nei termini dell’immediatezza e dell’urgenza creativa. Un momento storico, vissuto con grande emozione dai visitatori e soprattutto dai promotori del progetto culturale, partito da un’idea della storica dell’arte Bianca Tosatti e sostenuto dai vertici dell’istituto.
L'apertura coincide con l'inaugurazione della mostra dedicata ad Armand Schulthess, artista svizzero che all'età di 50 anni si licenziò dal suo posto di funzionario federale al dipartimento dell'economia pubblica per rifugiarsi in una sua casa ticinese, ad Auressio, e dare sfogo all'urgenza che sentiva di esprimersi attraverso la pittura. Ad Auressio ha anche creato quello che ha chiamato 'Il giardino della conoscenza', dedicato agli approfondimenti nel campo della natura. La sua mostra a Villa Cattaneo si protrarrà fino al 31 gennaio. Oltre all'attività espositiva nel campo dell'Art Brut, nei progetti del MAI c'è anche l'intenzione di istituire spazi, chiamati 'officine', da concedere periodicamente ad artisti perchè vi possano lavorare.
APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA SABATO 14 DICEMBRE

13 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000