il network

Venerdì 02 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


POLITICA

Ospedale, Bordo interroga il ministro

Il deputato di Sel chiede interventi a favore dei dipendenti

Ospedale, Bordo interroga il ministro
CREMONA - Il deputato di Sel Franco Bordo ha presentato un'interrogazione al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin in merito alle vicende che stanno coinvolgendo l'ospedale di Cremona. Ecco il testo.
Premesso che: dal 18 ottobre 2013 presso l'Azienda Ospedaliera “Istituti Ospitalieri di Cremona” è in atto lo “stato di agitazione” proclamato dai Sindacati e dalle RSU dei dipendenti che reclamano il pagamento sul lavoro garantito nel 2012 oltre l'orario di servizio per 16.000 ore su un totale di oltre 126.000 per un totale di circa 250.000 €; le OO. SS. Evidenziano che le ore di straordinario nell'anno 2012 equivalgono al lavoro a tempo pieno di 75 dipendenti, e che quindi si rende evidente una situazione di organico insufficente a fronte del servizio erogato dall'Azienda Ospedaliera di Cremona; le RSU aziendali lamentano uno stato di sovraccarico lavorativo da parte dei dipendenti che svolgono turni di lavoro straordinario tramite salto dei turni di riposo e rientri anticipati, che oltre a mettere a rischio la salute dei lavoratori, rischiano di diminuire la qualità del servizio erogato ai pazienti; le OO.SS. e le RSU aziendali contestano il mancato rispetto dell'accordo sottoscritto dall'Azienda Ospedaliera in data 3 giugno 2013, con il quale si impegnava a saldare gli straordinari 2012 ancora non pagati con la mensilità di ottobre.
In conseguenza dello stato di agitazione il personale ha svolto diversi presidi di protesta davanti ai due poli ospedalieri facenti parte dell'Azienda Ospedaliera sopraccitata, presso l' Ospedale Maggiore di Cremona e l'Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore.
Le OO.SS e le RSU hanno scritto una lettera denunciano richiami verbali formalizzati ad alcuni dipendenti che hanno partecipato alle assemblee regolarmente proclamate in occasione dei Presidi del 6 e 8 novembre 2013 e denunciando che l’Azienda ha deciso di intervenire mediante colloqui individuali da cui sono discesi formali richiami; denunciando quindi un comportamento intimidatorio e antisindacale da parte dell'Azienda “Istituti Ospitalieri di Cremona”. 
Le OO.SS. annunciano un nuovo presidio di protesta per il 13 dicembre prossimo
Per sapere: 
- quali interventi il Ministro intenda adottare al fine di verificare l'adeguatezza dell'organico degli “Istituti Ospitalieri di Cremona”.
- quali interventi di ritenga di adottare al fine di addivenire al corretto pagamento degli straordinari dovuti ai lavoratori da parte dell'Azienda Ospedaliera per l'anno 2012
- quali interventi il Ministro ritiene adeguati per porre fine allo stato di tensione in essere tra dipendenti e direzione dell'Azienda Ospedaliera di Cremona.

10 Dicembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000