il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Ladro di champagne condannato

E' un medico iraniano, due anni fa era stato sorpreso con 90 bottiglie di bollicine

Champagne

CREMONA - Il furto di cinque bottiglie di champagne è costato ad un medico iraniano di 52 anni (residente in a San Candido, in val Pusteria) la condanna a tre mesi di carcere. Il fatto risale a gennaio del 2011, quando l'uomo, Sahel Pandnavaz, era stato sorpreso con le bottiglie celate sotto gli abiti all'esterno del Cash & Carry di via Bergamo.

L’iraniano aveva fatto spesa al supermercato, si era infilato le bottiglie sotto il cappotto e venne fermato da un addetto alla vigilanza. I poliziotti avevano poi aperto il baule della sua Opel e vi avevano trovato altre 85 bottiglie, per lo più di bollicine: Dom Perignon, champagne Mumm, Veuve Cliquot, Moët & Chandon. E c’erano anche cinque bottiglie di whisky Jack Daniel’s. L'iraniano, all'epoca, si era giustificato dichiarando che si trattava di un equivoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Dicembre 2013

Commenti all'articolo

  • franco

    2013/12/06 - 13:01

    Evidentemente non era un islamico praticante a meno che ritirasse dal commercio le turpi bevande. Certo che non faceva incetta di Tavernello....

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000