il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA - L'ESCALATION DEI FURTI NON SI ARRESTA

Razzia nelle cantine

In via Ghinaglia ladri scatenati: via bici, elettrodomestici e vini

Razzia nelle cantine

CREMONA - I furti, ormai, non si contano più: nelle ultime settimane il fenomeno dei colpi in abitazione ha assunto proporzioni davvero preoccupanti. Teatro dell'ultima incursione, il palazzo al civico 29 di via Ghinaglia: qui i ladri si sono introdotti nelle cantine - dopo aver forzato lucchetti e chiavistelli - e si sono scatenati. E' sparito un po' di tutto: biciclette, elettrodomestici stivati nelle rimesse, persino bottiglie di vino. Merce di qualche valore facile da piazzare sul mercato nero. Difficile fornire una stima del bottino, sia per la varietà della refurtiva sia perché per gli stessi proprietari non è semplice ricostruire numero e genere di oggetti riposti in cantina magari da anni. E ora spariti. Colpo da professionisti, messo a segno con la complicità del buio e, probabilmente, nella più assoluta tranquillità. Stamattina l'amara sorpresa per gli inquilini: chiusure tranciate, disordine ovunque. E la paura che cresce di fronte ad un'escalation di furti che non si placa.

03 Dicembre 2013

Commenti all'articolo

  • Fabio

    2013/12/09 - 17:05

    Se Polizia, CC e GDF facessero al meglio il lavoro per il quale son fin troppo pagati, al posto di appollaiarsi lungo le strade cittadine a far razzia di patenti e basta (tant'è che Cremona , soprattutto nei week end, vanta dei posti di blocco degni dell'Iraq ed Afghanistan), dato che per questo ingrato compito c'è già la Polizia Locale, magari non risolverebbe del tutto il problema dei furti nelle case, ma lo si limiterebbe di certo.

    Rispondi

  • franco

    2013/12/04 - 12:12

    A me ii maa rubaat la bicicleta: l'era na belisima Bianchi che me l'era regalada el me vezin de cà. Oltre a perder la bicicleta gò fàt aan la figura del cujoon...

    Rispondi

  • arcelli

    2013/12/03 - 18:06

    E di chi sarà colpa?della vecchina del pianerottolo o del professionista in giacca e cravatta?Non è mica vero,non pensatelo nemmeno un momento che possano essere i "migranti".Loro ci vogliono bene e ci sono riconoscenti per il fatto di mantenerli qui in vita e foraggiare,non farebbero mai cose simili...........E se proprio avevate pensate a loro,ci sono sempre i nostri fratelli ROM che,sempre secondo il ministro inutile,non è vero che rubano e la colpa è di noi Italiani pieni di pregiudizi e fobie.Ricordatevi perlomeno che chi vuole questi qua è il ministro nero Kyenge e che è del PD.Meditate gente,meditate!!!!!!!

    Rispondi

  • gian carlo

    2013/12/03 - 17:05

    Tutti i giorni leggiamo furti di ogni tipo. La paura aumenta sempre di più. Le persone anziane sono terrorizzate e non sanno più dove mettere i loro risparmi . Non è possibile continuare così;mai come in questi tempi ssi susseguono i furti e guarda caso la maggioranza degli stessi è opera di stranieri. Cosa aspetta la magistratura a prendere a prendere posizione concreta?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000