il network

Venerdì 02 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


MOZIONE E POLEMICHE

"Lombardia indipendente"
La Lega vuole il referendum

Il Pd al contrattacco: "Ritornano i caroselli sulla secessione: pura propaganda politica"

"Lombardia indipendente"
La Lega vuole il referendum

Una manifestazione della Lega Nord datata 2007

CREMONA - Torna a risuonare il ritornello secessionista della Lega Nord. Con rinnovato slancio e, stavolta, con una precisa proposta sostenuta da una mozione specifica: il Carroccio chiede un referendum per ottenere l'indipendenza della Lombardia. In provincia di Cremona la proposta ha già incontrato sostegno e favori diffusi. La manovra dei lumbard è un campanello d'allarme per il Pd, che affida al segretario provinciale Matteo Piloni una reazione dura e puntuale. Ecco la nota integrale diffusa dai democratici:

In questi giorni, in alcuni consigli comunali della provincia, è in discussione una mozione presentata dalla Lega Nord nella quale si chiede l’autodeterminazione della Lombardia. La mozione è iscritta nel consiglio di Crema, ed è stata approvata dai consigli comunali di Trescore Cr.sco e di Palazzo Pignano, entrambi a guida leghista. Si tratta di fatto di una proposta nella quale la Lega Nord chiede un apposito referendum per l’Indipendenza della Lombardia. Per la serie “ a volte ritornano”, ecco quindi la Lega vecchio stile, con tutte le sue contradizioni. Infatti, dopo aver fatto un’intera campagna elettorale per le regionali invocando la macroregione, ecco invece ritornare i caroselli sull’Indipendenza della Padania e sulla secessione. Questa mozione è pura propaganda politica. Ogni 15 giorni cambiano idea, e lo fanno soprattutto a ridosso del loro congresso, evidentemente per cercare di rinsaldare quelle fila che, in questi mesi, si sono sfilacciate. Se il problema è quello di avere più autonomia e maggiore capacità fiscale, come PD, saremmo i primi a votare a favore. E lo chiediamo a loro, che pochi giorni fa hanno votato per sostenere un condannato per frode fiscale. Come PD noi difendiamo la costituzione fino in fondo e siamo contro chi pensa che la soluzione passi dall’autodeterminazione e quindi dalla separazione dall’Italia.. E intanto che si chiariscono le idee tra macroregione e secessione, pensino piuttosto a risolvere i problemi dei pendolari che, ogni mattina, vivono un vero e proprio calvario. Altro che indipendenza!

03 Dicembre 2013

Commenti all'articolo

  • mauro

    2013/12/03 - 13:01

    Lombardia indipendente = quarta potenza economica europea

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000