il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Spaccabici, altra razzia
"Siamo pronti a chiudere"

Terzo colpo in due mesi: titolari esasperati

Spaccabici, altra razzia
"Siamo pronti a chiudere"
CREMONA - Altro assalto a Spaccabici. Il terzo negli ultimi due mesi. E ora i titolari della rivendita specializzata di via del Sale, messi nuovamente a dura prova da un saccheggio che tra refurtiva e danni da riparare costerà all’impresa oltre ventimila euro, sono esasperati. Pronti anche a valutare l’opzione chiusura: «Non ne possiamo più — ammette Michele Bedogni, parlando anche a nome del socio Katia Gerevini —: noi ci impegniamo al massimo e poi, in pochi secondi, tutto il lavoro di settimane viene vanificato. E’ vero che c’è la copertura assicurativa ma non rappresenta un sollievo perché si finisce comunque col sentirsi impotenti, sempre sotto tiro. Avviliti anche. E pensare che, dopo la prima razzia, avevamo pure investito in sicurezza montando le telecamere e rafforzando gli ingressi». Tutto inutile. «E per questo, adesso, siamo disposti a mollare tutto». Sul furto indagano i carabinieri. 
APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA SABATO 30 NOVEMBRE

29 Novembre 2013

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2013/12/01 - 01:01

    Saranno mica i soliti poveri migranti che devono compiere questi gesti per poter vivere.................il ministro Kyenge,che sembra sia morta visto che non la si sente più,sarebbe dalla loro parte e non dalla sua signor Bedogni.Mi spiace tanto e mi sento impotente davanti a questi fatti proprio come lei

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000