il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASTELVETRO

Pistola in faccia in farmacia, paura e via l'incasso

Si ipotizza che il colpo sia legato a quello messo a segno da Scarpe&Scarpe

Pistola in faccia in farmacia, paura e via l'incasso

Carabinieri di fronte alla farmacia Bossi a Castelvetro (repertorio)

CASTELVETRO - Rapina a mano armata alla farmacia Bossi di Castelvetro. Un uomo armato di pistola ha seminato terrore e panico quando, nella serata di martedì, è entrato nel negozio di via Saragat e si è fatto consegnare l’intero registratore di cassa. Il bottino è di circa 600 euro. Alcuni indizi, fra i quali l’auto usata per il colpo (una Ford C-Max), avrebbero indotto i carabinieri a valutare l’ipotesi che si tratti della stessa banda che, lunedì, aveva rapinato il negozio Scarpe&Scarpe presso il centro commerciale Verbena. In quel caso i banditi erano in due e l’arma non era stata vista dagli addetti del negozio.

L’uomo, oltre a minacciare le farmaciste, ha detto una frase particolare: «Devo dare da mangiare ai miei figli». E’ stato anche un po’ maldestro, perché per riuscire a togliere il cassetto coi soldi più velocemente ha appoggiato la pistola (che potrebbe anche essere un’arma giocattolo) sul bancone della farmacia. Quindi è scappato verso il retro dello stabile dove probabilmente c’era un’auto che lo attendeva, sulla provinciale ‘Due Ponti’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

26 Novembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000