il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Rapina alla Banca Popolare di via Filzi

Rapina alla Banca Popolare di via Filzi

La Banca Popolare in via Filzi a Cremona dopo la rapina

CREMONA - Due uomini con il volto travisato con berretto e sciarpa e armati da di taglierino sono entrati nella Banca Popolare di via Filzi e si sono fatti consegnare il denaro. E' accaduto verso le 12, probabilmente un terzo complice era all'esterno della filiale a fare da palo. La polizia sta indagando sull'accaduto ed è già iniziata a caccia agli autori del colpo che si sono dileguati, subito dopo l'assalto, a tutta velocità a bordo di un'auto. Bottino 13mila euro.

La rapina alla Popolare giunge all'indomani di un altro episodio predatorio in via Fabio Filzi. Nella notte tra domenica e lunedì, infatti, ignoti avevano fatto saltare la cassa continua del supermercato U2 riuscendo a mettere le mani su un bottino da tremila euro. Alla luce di quanto accaduto in meno di 48 ore, inizia a serpeggiare una certa apprensione (paura, in molti casi) tra i residenti del quartiere Sant'Ambrogio.

L'azione, fulminea, presso la filiale della Popolare è stata messa a segno da due banditi, forse aiutati da un complice rimasto fuori ad aspettare a bordo dell'auto usata per la fuga, una Fiat Uno che si è diretta a tutta velocità verso la tangenziale. I due banditi scendono dall’auto hanno entrambi il volto coperto da sciarpe e da una sorta di strano berretto, simile a una parrucca. Una volta entrati in banca, uno dei due sfodera il taglierino e si avvicina alla cassa. Il taglierino puntato contro gli addetti e le parole dei due banditi, che palesano entrambi un accento del Nord Italia, lasciano impietriti i due clienti e i dipendenti della banca, in tutto sette.

Le pattuglie della polizia (e alcuni equipaggi dei carabinieri) stanno setacciando la città. Utili alle indagini degli agenti saranno le immagini della videosorveglianza e le testimonianze raccolte dai passanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

26 Novembre 2013

Commenti all'articolo

  • franco

    2013/11/26 - 17:05

    A Fabrizio Corona hanno dato 9 anni e si trova tuttora in prigione ( e non mi pare che abbia commesso atti di violenza, a meno che essere una testa di cazzo sia un reato...). Però non generalizzare, io lavoro con Romeni, Albanesi e Ivoriani e sono brave persone.

    Rispondi

  • 2013/11/26 - 15:03

    Con tutta la bella gente rom,nera e dell'est che gira libera per Cremona,di che cosa ci si meraviglia?Sommiamo una giustizia che fa solo da ornamento comminando pene fittizie e mai eseguite........auguri

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000