il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


CREMONA

Ladro schiaffeggia una 67enne, lunga caccia fino nel bresciano

Manette per un nomade e i carabinieri stanno stringendo il cerchio intorno ad altri due complici: in tre hanno tentato l'assalto in una casa di Persico Dosimo

Ladro schiaffeggia una 67enne, lunga caccia fino nel bresciano

La refurtiva recuperata al campo nomadi

CREMONA - Hanno seguito la pista di tre ladri che avevano appena messo a segno un colpo a Persico Dosimo fino nella provincia di Brescia. Alla fine, i carabinieri sono riusciti ad arrestarne uno e stanno per stringere il cerchio intorno ai complici.

Ecco i fatti. Intorno alle 9 di mercoledì mattina una 67enne di Persico Dosimo, trova tre ladri in casa di ritorno dalla spesa. Due scappano immediatamente, un terzo le dà uno schiaffone prima di allontanarsi. Alcuni passanti riescono a carpire qualche elemento del numero di targa della Clio scura usata dai ladri. I carabinieri si mettono al lavoro su questi elementi e individuano il proprietario della vettura in una nomade che vive in un campo rom di Bagnolo Mella (Brescia).

Nel paese bresciano arrivano i militari del nucleo operativo, insieme ai carabinieri di Vescovato e ai colleghi di Bagnolo. I carabinieri scoprono che chi aveva la disponibilità della Clio si trova in un campo nomadi di Carpenedolo. Giunti a Carpenedolo, l’uomo che aveva disponibilità della vettura, racconta ai carabinieri di averla prestata ad un’altra persona che avrebbero trovato a Bagnolo Mella. Fatto il percorso inverso, i militari individuano il loro uomo: Soni Colombi, un 26enne con precedenti per furto e rapina.

Il nomade viene portato in caserma a Vescovato e viene riconosciuto - in un confronto all’americana - da uno dei passanti che aveva preso il numero di targa. A questo punto scattano le manette per tentata rapina. Colombo non è sicuramente il ladro che ha schiaffeggiato la signora di Persico Dosimo e i carabinieri stanno effettuando tutti gli accertamenti per individuare sia lui che l’altro complice.

E ci sono guai anche per l’uomo che aveva disponibilità della Clio, uno slavo di 44 anni. Una accurata perquisizione ha fatto emergere spille, gioielli e orologi. Si tratta, con ogni probabilità, di proventi da furti. In particolare è stata trovata una spilla con scritto ‘Daniela’ e chi dovesse riconoscere la refurtiva (nella foto) può contattare la caserma di Vescovato allo 0372 81139.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Novembre 2013

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2013/11/21 - 18:06

    Vabbe', avranno sbagliato... ma ora non si può' cercare di farli redimere, facendogli fare dei lavori "socialmente utili" ?? A me, ad esempio, e' finito il pellet per la stufa...

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000