il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Un killer per il marito:
"Reato impossibile"

Assolta la 40enne casalinga cremasca accusata di volersi liberare del coniuge

Un killer per il marito:
"Reato impossibile"
CREMONA - Assolta dall'accusa di aver tentato di uccidere il marito, commercialista a Milano. E' la sentenza emessa dal gup Letizia Platè nei confronti di una casalinga cremasca di 40 anni che, due anni fa, in piena crisi coiugale, confidò ad un’amica di volersi liberare del coniuge. L'amica lo rivelò all'uomo che nella ricostruzione dell'accusa, pagò un detective privato addirittura il piano della moglie. Reato impossibile: la vita del marito non è mai stata in pericolo, come ha sostenuto l'avvocato Daniela Danieli, di Como. Anche il pm Fabio Saponara aveva chiesto l'assoluzione. La motivazione della sentenza sarà depositata tra novanta giorni. Un giorno a casa della moglie si presentò il finto killer con una microcamera nascosta; la donne credeva che si trattasse di un vero sicario mandato dall’amica. «Lo voglio steso, lo voglio morto. Lo aggredisci per rubargli la ventiquattrore e gli dai un colpo in testa». E per «il lavoro» gli offrì cinquemila euro. Il finto sicario registrò tutto, mentre i poliziotti in zona, travestiti da operai, girarono dei filmati.

20 Novembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000