il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SAN BASSANO

Scacco alla gang dei cimiteri, presi col rame sul furgone

I carabinieri, da giorni impegnati in forze per contrastare questo tipo di reato, hanno denunciato due persone colte sul fatto

Scacco alla gang dei cimiteri, presi col rame sul furgone

Il cimitero di San Bassano

SAN BASSANO - Avevano già caricato il rame su un furgone, quando i carabinieri sono piombati al cimitero di San Bassano e li hanno presi. Due persone sono state denunciato per furto aggravato in concorso, proprio mentre stavano per portare a termine una nuova razzia in un camposanto, un reato odioso, l’ultimo di una lunga serie nel territorio provinciale.

Dopo i numerosi episodi che si sono susseguiti negli ultimi giorni, i carabinieri hanno intensificato i controlli con servizi coordinati dalla compagnia (guidata in questo periodo dal luogotenente Angelo Foglia) e interventi di pattuglie delle varie stazioni. Martedì sera, intorno alle 22.30, un residente ha notato alcuni movimenti sospetti nei pressi del cimitero di San Bassano e ha allertato le forze dell’ordine. I militari sono piombati sul posto immediatamente e i predoni, non appena hanno visto i fari, hanno tentato la fuga nei campi. Dopo un breve inseguimento i carabinieri li hanno raggiunti e bloccati. Vicino al cimitero hanno trovato il furgone utilizzato per la razzia. All’interno erano già caricati vari manufatti in rame e nei pressi del camposanto, i due malviventi avevano scaricato delle lastre d’amianto.

Nei guai sono finiti E.H.A. 50enne di Pizzighettone e e E.B.M. 53enne di San Bassano, entrambi di origine marocchina. L’accusa è quella di furto aggravato in concorso, oltre che l’applicazione delle legge Ronchi in tema di inquinamento a causa dello scaricamento abusivo dell’amianto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

06 Novembre 2013

Commenti all'articolo

  • NICOLA

    2013/11/06 - 21:09

    Immaginatevi solo cosa sarebbe successo se un italiano avesse commesso in un cimitero islamico quello che hanno fatto questi luridi cani sacrileghi!!! Un plauso grande all' ahimè inutile sforzo dei Carabinieri...speravo magari che nella concitazione dell'inseguimento gli partisse un'involontaria sventagliata di mitra!!!

    Rispondi

  • 2013/11/06 - 18:06

    Tanto con le leggi penose che abbiamo,domani possono tornare al "lavoro":saranno scarcerati da un solerte magistrato...............bisogna integrarli poverini e capirli

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000