il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


DAL 16 AL 24 NOVEMBRE

Festa del Torrone, Cremona celebra musica e cibo

Cappellini: 'Si riscoprono le identità territoriali' Cavalli: 'Banco di prova per la ricettività Expo'

Festa del Torrone, Cremona celebra musica e cibo

La presentazione della Festa del Torrone

MILANO - Via ufficiale, sulle note e le parole de 'Và pensierò di Giuseppe Verdi, alla 'Festa del torronè di Cremona, che si svolgerà dal 16 al 24 novembre dato oggi a Palazzo Pirelli con tre assessori regionali: Cristina Cappellini (Culture, Identità e Autonomie), Alberto Cavalli (Commercio, Turismo e Terziario) e Gianni Fava (Agricoltura). 

«Una festa che consente a Cremona e alla sua provincia di far conoscere i suoi punti di forza, sia a livello gastronomico sia per quel che riguarda il patrimonio culturale, e di raggiungere vetrine importanti con, sullo sfondo, quella mondiale di Expo 2015». Così l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini. Alla conferenza stampa di illustrazione della Festa erano presenti i consiglieri regionali Federico Lena e Salvatore Carlo Malvezzi; Stefano Bolognini, assessore al Turismo della Provincia di Milano; Matteo Soccini, assessore al Turismo della Provincia di Cremona; l'assessore comunale al Turismo di Cremona Irene Nicoletta De Bona (Cremona); Alfredo Zini, vice presidente vicario dell'Epam (Associazione milanese esercizi pubblici) e Stefano Pellicciardi di Sgp eventi. «Un evento importante - ha aggiunto l'assessore Cappellini - e che ha fatto passi avanti aumentando il numero dei giorni di festa e l'offerta culturale, oltre che gastronomica. Come assessore alle Culture e rappresentante del territorio cremonese, sono felice di registrare questo sviluppo che consente anche di valorizzare meglio l'identità e la storia del nostro territorio. In questo senso è da sottolineare anche la particolare attenzione di Regione Lombardia verso la liuteria, patrimonio immateriale dell'Unesco». «Sono certa - ha sottolineato Cappellini - che Cremona, anche in questa occasione, saprà dare il meglio di sé e metterà in mostra una cultura davvero viva in grado di valorizzare sia i propri tesori d'arte sia quelli enogastronomici».

«Eventi come questo costituiscono una grande occasione per promuovere il nostro territorio e mettere alla prova la nostra capacità ricettiva, rendendo servizi e accoglienza di grande qualità, anche in vista di Expo». Così l'assessore al Commercio, Turismo e Terziario Alberto Cavalli. «Il food, così come la moda e il design - ha proseguito l'assessore - sono elementi distintivi dei lombardi, della loro storia, e della capacità di fare business con essa». L'assessore Cavalli ha poi sottolineato che lo sforzo che Regione Lombardia sta facendo è quello di aiutare le piccole aziende a promuovere in campo internazionale i loro prodotti di eccellenza. «L'abbiamo fatto - ha detto Cavalli - sempre per il territorio di Cremona, per la manifestazione 'Mondo Musica 2013', posso ipotizzare una vetrina internazionale anche per la festa del torrone».

«Laddove c'è qualità, ricerca e tipicità ci sarà sempre il sostegno di Regione Lombardia per la promozione e diffusione, come accade per la 'Festa del torronè di Cremona». L'ha detto l'assessore all'Agricoltura Gianni Fava. «I prodotti alimentari - ha aggiunto Fava - sono importanti e rappresentano valori importanti per la nostra economia e iniziative come questa festa sono la dimostrazione della capacità di fare, di creare e di essere comunità». «Parlare anni fa di turismo enogastronomico - ha detto l'assessore Fava - anni fa sembrava strano, oggi sono manifestazioni come questa di Cremona, che è momento ludico, ma anche culturale e agricolo, a consentirci di offrire particolari vetrine alle eccellenze lombarde. Quando noi riusciamo a valorizzare e far conoscere i nostri prodotti e le nostre eccellenze del territorio quale appunto è il torrone di Cremona - ha sottolineato l'assessore all'Agricoltura lombardo - dimostriamo di puntare sulla qualità del nostro sistema agroalimentare e delle sue produzioni». «I nostri prodotti - ha concluso Fava - sono di alta qualità, vanno quindi promossi e fatti conoscere anche in mercati lontani che, ne sono sicuro, li apprezzeranno e li consumeranno».

Assaggi nei ristoranti di Milano - Dal 9 all'11 novembre, trenta ristoranti milanesi, il cui elenco è sul sito www.Festadeltorronecremona.It, proporranno assaggi e degustazioni del torrone in una rinnovata collaborazione tra Cremona e Milano per la promozione di un'eccellenza lombarda nota in tutto il mondo. Anche a Cremona la manifestazione crescerà ulteriormente passando dai 3 ai 9 giorni e consentendo una maggiore possibilità di visita alla festa. I numeri della passata edizione recitano 100 espositori, 80 eventi, 150.000 visitatori, 300 pullman, 900 camper in città e 36 tonnellate di torrone venduti.

I numeri del 2012 - «Numeri - sottolinea l'assessore al Turismo di Cremona Irene Nicoletta De Bona - che sono destinati a crescere così come Cremona si appresta anche a far crescere il suo patrimonio immateriale inaugurando, il 13 dicembre, un nuovo museo di strumenti musicali a pizzico». 

Una crescita costante - «La crescita della Festa del torrone - ha spiegato Stefano Pellicciardi di SGP eventi - passa per la creazione di rapporti con altre realtà e soggetti come Expo, Giffoni Film festival, Milano Marittima, Trenord, Alitalia e Feltrinelli. A questo si aggiungono le iniziative ad hoc dedicate al mondo della liuteria e proposte come il Palio del torrone che vedrà la sfida tutta lombarda tar Cremona, Bergamo, Brescia, Lodi, Lecco e Pavia, il mercato degli antichi mestieri e manifestazioni per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi».

Un tuffo nella storia - «La rappresentazione storica con tanto di oltre 400 figuranti del matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti - ha concluso Pellicciardi -, la grande scultura a tema musicale che regalerà Sperlari e lo spettacolo aereo visibile da piazza del Duomo suggelleranno un'edizione della manifestazione che vedrà l'assegnazione, il 23 novembre, del 'Torrone d'orò all'assessore regionale allo Sport Antonio Rossi per il lustro dato con la sua attività sportiva, seguito da Oreste Perri, sindaco di Cremona capitale europea dello sport, all'Italia e a Cremona».

Eccellenza pronta per Expo - Da non perde, quindi, anche i cortei storici e i viaggi in treno da Milano a Cremona e ritorno. «Momenti speciali - è stato sottolineato in conferenza stampa dagli assessori - che consentiranno di valorizzare un'eccellenza lombarda nota in tutto il mondo, il patrimonio culturale di Cremona e provincia e di sostenerlo in chiave Expo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

05 Novembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000