il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ASSEMBLEA DEL PD

Galimberti candidato sindaco, la base: 'Non siamo stati coinvolti'

Lettera di 16 militanti del partito nella quale vengono messe sul tappeto dodici questioni

Galimberti candidato sindaco, la base: 'Non siamo stati coinvolti'

CREMONA - Gianluca Galimberti sarà il candidato sindaco per il Pd alle amministrative dell'anno prossimo: il giovane ex presidente diocesano dell’Azione Cattolica ed ex leader di Partecipolis ha scelto di fare il grande salto in politica. L'annuncio ufficiale è fissato per Natale, ma Galimberti, di fatto, ha già sciolto le riserve. L'indiscrezione è trapelata in serata a margine della conferenza stampa indetta dai democratici per illustrare la linea politica da qui alle elezioni.

Durante l'assemblea del Partito Democratico è stato eletto, all'unanimità, Franco Verdi come nuovo presidente. Verdi - che prende il posto di Maria Rosa Zanacchi - è un esponente noto del partito, proviene dalla Margherita ed è uno dei principali 'sponsor' di Gianluca Galimberti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

 

LA LETTERA DEI MILITANTI DEL PD A GIANLUCA GALIBERTI
Spett. Redazione siamo un gruppo di militanti del PD Cremonese.
Purtroppo leggiamo sui giornali che si sta discutendo del futuro candidato Sindaco di Cremona o del PD o del centro sinistra da un lato senza alcun coinvolgimento degli iscritti al Pd e degli elettori e dall'altro senza che i contenuti diventino protagonisti di tale discussione. Modestamente ci permettiamo di inviare una lettera aperta a Gianluca Galimberti, il cui nome appare fra i più quotati a candidato Sindaco, sottoponendogli ben 12 tematiche. Speriamo che il sig. Gianluca risponda. Ecco le domande:
  1. I giovani italiani e cremonesi, con studi e non, cercano migliori sbocchi all'estero. Dobbiamo incoraggiarli ad andare o incentivarli a restare? E come?
  2. Sono molti i giovani impegnati nelle manifestazioni di protesta per il diritto alla casa, giovani disoccupati, precari o sottopagati che comunque aspirano all’autonomia o a costruirsi una propria famiglia. Il fenomeno è più forte nelle grandi città, è stata considerata la situazione di Cremona?
  3. Il P.G.T. di una città presuppone una visione del territorio e della comunità di persone (donne, uomini, bambini, giovani e vecchi, lavoratori e lavoratrici, studenti e imprese…) che lo occupa, lo abita e lo fa vivere: Qual è la sua visione di Cremona?
  4. Insieme alla polemiche più o meno strumentali sulle tasse dei rifiuti, si riapre il problema delle discariche "autorizzate". Si prospettano nuove politiche per la gestione dei rifiuti che consentano di tutelare il territorio e la salute e riducano i costi?
  5. Le risulta che a Cremona o nel territorio circostante esistano discariche abusive o anche autorizzate che destano preoccupazione di nocività? Come vede la situazione del nostro ambiente?
  6. Se diventerà Sindaco, si ritroverà ancora aperte la questione dell'inceneritore o termovalorizzatore, quella di Tamoil, di Arvedi, il continuo sforamento dei PM10, ecc. Anche qui una situazione difficile?
  7. La crisi che stiamo vivendo tocca molti aspetti della vita di tutti i giorni e della politica, economia e finanza, imprese e lavoro, il sociale - vecchie e nuove povertà, servizi, salute, istruzione e cultura - le istituzioni - credibilità, ridotte risorse e riorganizzazione delle autonomie.... Cosa può fare un sindaco? Non la spaventa questo impegno nella situazione attuale?
  8. E sulle politiche della Regione Lombardia ha qualcosa da dire?
  9. Le recenti decisioni della Giunta Perri sull’aumento delle rette per gli asili nido, scuole per l’infanzia e mense scolastiche hanno visto la giusta protesta dei genitori e la sospensione / rinvio parziale del provvedimento. Anche questo sarà un problema che ricadrà sulla prossima amministrazione, ma già grave è il dato della riduzione delle iscrizioni dei bambini a questi servizi. Che cosa ne pensa?
  10. Che cosa si può fare per una politica delle pari opportunità affinché non restino parole al vento?
  11. Molti Comuni hanno già accolto e adottato registri per le unioni di fatto, per i testamenti biologici, provvedimento che ancora non trovano un quadro normativo di riferimento. Pensa siano state scelte utili, opportune, giuste?
  12. Quali sono per lei le priorità?
Luigi Baronio ed altre 15 firme (Paola,Rosa.Anna,Franco,Silvio ,Federico,Stefano,Federica,Carlo,Francesco, Palmiro,Fausto,Giorgio,Marina)

05 Novembre 2013

Commenti all'articolo

  • germana

    2013/11/05 - 14:02

    quindici persone..... ci voleva poco ad interpellarle :-) .... è vero che il tono e il contenuto delle domande sono più per "un uomo solo al comando" che per un "primo cittadino" ma se già la pre-partenza ha questo tono di sfida e di sfiducia la vedo difficile....oppure facilissima, basta promettere tutto a tutti, fino ad ora per qualcuno ha funzionato (naturalmente per sé, non per tutti). E magari qualcosa di più propositivo e collaborativo no?

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000