il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


ORZINUOVI

Donna carbonizzata, indagata la nuora

L'accusa è di istigazione al suicidio, la tragedia si è consumata venerdì mattina

Donna carbonizzata, indagata la nuora

Carabinieri e vigili del fuoco davanti alla palazzina di Orzinuovi

ORZINUOVI - È indagata per istigazione al suicidio la nuora di Prezja Nurije, la donna albanese di 71 anni che venerdì mattina è morta avvolta dalle fiamme sul balcone di un appartamento a Orzinuovi. La donna, 31 anni, madre di due figlie, nell'ipotesi dell'accusa, con continui insulti e litigi avrebbe portato l'anziana al gesto estremo e non sarebbe intervenuta per tentare di salvarle la vita.

Sembra che l'anziana, dopo l'ennesimo litigio con la nuora, abbia minacciato di darsi fuoco e di bruciare l'appartamento. La nuora, forse temendo per le figlie, l'avrebbe quindi chiusa sul balcone prima di rientrare in casa. La 71enne avrebbe quindi attuato il gesto. Per tutta la giornata di venerdì la nuora ed il marito, sono stati sentiti dai carabinieri e dal pm di Brescia Ambrogio Cassiani per ricostruire la vicenda.

Prezja Nurije, di origine kosovara, era stata trovata carbonizzata e senza vita sul balcone della palazzina di via Internazionale in cui viveva assieme al figlio, operaio in una ditta metalmeccanica bresciana, alla nuora e a due bambini di 8 e 5 anni. Nella serata di venerdì, dopo le prime indagini, aveva iniziato a indebolirsi la tesi del suicidio, diffusa subito dopo la notizia del rinvenimento del cadavere. Si era invece rafforzata la pista di una azione volontaria, un gesto omicida perpetrato nell’ambito famigliare. In un primo momento, infatti, fonti vicine agli inquirenti, avevano ipotizzato un suicidio maturato all’improvviso dopo un forte litigio tra le due donne di casa. Uno scontro verbale, sentito a distanza anche dai vicini del caseggiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

02 Novembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000