il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

Assessori invitati a pagare le telefonate private

Si tratta di chiamate effettuate con il cellulare di servizio

Assessori invitati a pagare le telefonate private

CREMONA - Occhio alle telefonate private, ma stavolta le intercettazioni non c’entrano. In questi giorni sul tavolo di sindaco e assessori (più i dirigenti e i dipendenti comunali abilitati) sta arrivando un tabulato dettagliato con cui, ogni 2-3 mesi, li si informa delle chiamate personali fatte con il cellulare di servizio.

Gli amministratori vengono invitati a saldare il dovuto per quelle telefonate non di lavoro. Va detto che si tratta sempre di cifre basse. L’amministrazione comunale ha sottoscritto un contratto con un gestore in base al quale sono stati distribuiti vari cellulari ai componenti della giunta. Digitando un codice di accesso (per la cronaca: 4146), con quel cellulare ci si può mettere in contatto con parenti o amici. Insomma, usarlo non per l’attività amministrativa. Il costo viene addebitato sui rispettivi conti correnti. Ma può anche capitare che, per distrazione, comodità o altri motivi, qualche telefonata privata ‘scappi’ senza aver inserito quei quattro numeri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Ottobre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000