il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA - FILIERA CORTA

Agropolis semina
la 'farina cremonese'

Al via il progetto dei maestri fornai della Confcommercio sostenuto dalla Libera Associazione Agricoltori

Agropolis semina
la 'farina cremonese'
CREMONA - Il pane impastato con la 'farina cremonese', progetto lanciato dai maestri fornai della Confcommercio, sostenuto anche dalla Libera Associazione Agricoltori, sarà un prodotto unico e speciale. Non solo per le qualità nutrizionali, per la filiera corta e per il chilometro zero. Sono tante le ragioni che rendono prezioso questo frumento. Da oggi c’è un motivo in più: i primi sei ettari saranno coltivati da Agropolis nei campi di Cascina Marasco. Già nei prossimi giorni partirà la semina delle varietà di frumento Bologna, inserita nel protocollo preparato dai panificatori lombarda e già 'collaudate', in via sperimentale, dai panificatori bergamaschi. “Prevediamo, in questa fase di avvio - conferma il presidente Michele Quarantani – di seminare una cinquantina di ettari. Ci incoraggia la prontezza e l’entusiasmo con cui Agropolis ha colto lo scopo della nostra iniziativa. La 'farina lombarda' vuole valorizzare le eccellenze locali. E Agropolis traduce appieno l’animo solidale e generoso della nostra gente. Il carattere dei cremonesi è un po’ come il chicco di frumento, dentro ad una 'pula coriacea di indifferenza' ha un cuore 'tenero'. “La capacità di un territorio di fare sistema è più che mai importante, proprio nel comune sforzo di far apprezzare le peculiarità produttive della nostra realtà”, ha dichiarato lunedì, nell’incontro con i panificatori, il presidente della Libera Antonio Piva. L’interesse di Agropolis traduce proprio questa sensibilità. “Da sempre ci prendiamo cura della persona - conferma il consigliere Ermanno De Rosa - Abbiamo scelto Cascina Marasco, sin dalla nostra fondazione, vent’anni fa, proprio perché riteniamo che la campagna, se bella e curata, possa contribuire in maniera determinante alla serenità dei nostri ospiti”. La cascina e i campi, dunque, sono intesi come portatori di “valori positivi”, di uno stile di vita “sano ed equilibrato” che viene esaltato da questo progetto della “farina lombarda”. La collaborazione con i fornai potrebbe, già nei prossimi mesi, ulteriormente rafforzarsi. Perché Agropolis, come spiega il consigliere De Rosa,”sta realizzando, nelle ex stalle dei nuovi laboratori. Che, tanto per la attività didattica quanto per la produzione, vedranno coinvolte le professionalità locali”. E i fornai, che già in passato hanno collaborato con la Onlus di Cavatigozzi, di sicuro sapranno garantire il loro sostegno ad un progetto che, proprio come la “farina lombarda”, punta attraverso la valorizzazione dell’identità locale, a migliorare la “qualità della vita”.

18 Ottobre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000