il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


GIUDIZIARIA

Bracchi, in appello confermati 2 anni e sei mesi per calunnia

Accusato di aver calunniato l’ex socio di studio Adriano Lazzarinetti

Bracchi, in appello confermati 2 anni e sei mesi per calunnia

Italo Bracchi

CREMONA - La Corte d’Appello di Brescia ha rigettato l’appello e resta confermata la condanna a 2 anni e sei mesi di reclusione per calunnia nei confronti di Italo Bracchi, accusato di aver calunniato l’ex socio di studio Adriano Lazzarinetti. Inoltre la corte ha rigettato il ricorso presentato dall’avvocato Simona Bracchi nei confronti di Lazzarinetti assolto in primo grado dall’accusa di appropriazione indebita. Cioè di essersi intascato i soldi che l’avvocato sosteneva di avergli dato per pagare le proprie tasse. La corte ha condannato la Bracchi a pagare le spese legali a Lazzarinetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

03 Ottobre 2013

Commenti all'articolo

  • alessandro

    2013/10/04 - 00:12

    a fine anni 90 l'Avv. Simona Bracchi era molto quotata nell'ambiente del Tribunale con tanto di interviste e ospitate nelle trasmissioni televisive. Al padre era permesso di presenziare in Tribunale alle udienze al posto della figlia (parliamo di un commercialista non di un avvocato) con benetare da parte dei giudici e del presidente del tribunale dell'epoca. Che fine hanno fatto!!!!!

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000