il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Virus del Nilo, un 54enne lotta per la vita

Ricoverato in ospedale dopo la puntura della zanzara portatrice del West Nile

Virus del Nilo, un 54enne lotta per la vita

CREMONA - Un 54enne di Cremona combatte per la vita in un letto dell’ospedale Maggiore dopo essere stato colpito da meningo-encefalite provocata dalla puntura di una zanzara portatrice del virus West Nile.

L’uomo - in passato sottoposto a trapianto di organi, dunque con probabili ridotte difese immunitarie - è sottoposto a decorso rianimatorio. Il ricovero risale a venerdì scorso. Medici del Maggiore e vertici dell’Asl tengono monitorato di continuo il quadro clinico. I prossimi giorni saranno decisivi. E un ragazzo, anche lui residente a Cremona, colpito dalla stessa patologia (ricovero il lunedì precedente), è uscito dalla fase critica ed è in via di guarigione. Approda dunque in città la versione più grave delle malattie prodotte dal virus del Nilo. Nelle ultime tre settimane in provincia si sono verificati altri tre casi - uno a Crema e due a Spinadesco - che hanno provocato una patologia di lieve entità, di natura influenzale.

Il punto della situazione lo hanno, dagli uffici di via Belgiardino, il direttore sanitario dell’Asl, Raffaello Stradoni, il responsabile del settore malattie infettive, Marina Dal Soldà, e la responsabile del dipartimento prevenzione, Liana Boldori. I tre dirigenti hanno sottolineato come non ci si trovi di fronte a un’incidenza allarmante della malattia. «Questo non toglie che la situazione vada monitorata di continuo. Va ricordato che in circa l’80 per cento dei casi il virus non provoca alcun sintomo. Quando si palesa una patologia, spesso presenta sintomi simili a quelli di un’influenza».

26 Settembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000