il network

Domenica 04 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


SCANDOLARA RIPA D'OGLIO

Meningite, 'Mirko e Orsola sarebbero morti comunque'

Il perito scagiona Merli, Botteri e Marconi a processo per omicidio colposo

Meningite, 'Mirko e Orsola sarebbero morti comunque'

SCANDOLARA RIPA D’OGLIO - A contagiare Mirko Zanazzi, il giovane di 20 anni morto tre anni fa in seguito a una sepsi meningococcica fulminante, potrebbe essere stata la madre Orsola, 55 anni, lei uccisa dalla meningite tre giorni dopo. Oppure madre e figlio potrebbero essere stati contagiati «dalla stessa fonte» (casi comprimari). In ogni caso, una profilassi tempestiva non avrebbe salvato la madre.

Il colpo di scena arriva al processo per omicidio colposo nei confronti del medico del Pronto soccorso, Riccardo Merli, del rianimatore, Marco Botteri, e del medico dell’Asl, Paolo Marconi, accusati, in cooperazione tra loro, della morte di Orsola Contardi. A scagionare i colleghi è Stefano Novati, specialista in Malattie infettive al Policlinico San Matteo di Pavia, il perito messo in campo dal giudice Francesco Sora per chiarire i contorni di una tragedia che nel giro di quattro giorni, ha sconquassato una famiglia e ammutolito una comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

25 Settembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000