il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


TAGLI IMMINENTI

Ospedali, soldi finiti
Accorpamenti inevitabili

Ospedali, soldi finiti
Accorpamenti inevitabili
MILANO — L’assistenza sanitaria lombarda verrà modificata profondamente. E su questo non si transige. Lo ha confermato il convegno ‘Riorganizzazione della rete ospedaliera e sinergie con il territorio’ che si è tenuto ieri nel tardo pomeriggio in Regione. In che modo verrà trasformata sarà precisato nei prossimi mesi. Di sicuro cambierà il ruolo degli ospedali. Verrà modificato il loro rapporto con il territorio. Saranno più magri. I cronici difficilmente troveranno posto in corsia. I medici di base potranno curare i loro pazienti all’interno della struttura. Gli ospedali specialistici non dovranno più essere oberati di prestazioni che non competono loro. La tecnologia è l’idolo al quale inchinarsi. Influirà sulla riforma attuale, datata. Obsoleta rispetto alla medicina di oggi e a quella di domani. Il paziente e gli operatori sanitari dovranno tornare al centro degli interventi, ma i costi sono tiranni. Insomma inevitabili i tagli. Stefano Carugo, Pdl, presidente della commissione Riforme Istituzionali, membro della commissione Sanità e tra gli organizzatori dell’appuntamento, ha usato parole nette e inequivocabili: «Gli accorpamenti saranno inevitabili». 

APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA MARTEDI' 24 SETTEMBRE

24 Settembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000