il network

Lunedì 05 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Il nuovo questore Rossetto: 'Una città tranquilla che deve restare tale'

Intorno alle 8 di lunedì mattina l'ingresso in via dei Tribunali

Il nuovo questore Rossetto: 'Una città tranquilla che deve restare tale'

Il nuovo questore Vincenzo Rossetto arriva a Cremona

CREMONA - Vincenzo Rossetto, il nuovo questore di Cremona, è arrivato lunedì mattina alle 8 nei suoi uffici in via dei Tribunali. «Una città bella, signorile, elegante. Una città tranquilla che vuole restare tale. Il grosso rischio, quando si opera in realtà come queste, è quello di abbassare la guardia. Il mio predecessore ha lasciato l’incarico con risultati importanti. Lo dicono i numeri. Ci sarà continuità ma, se saranno necessari, anche dei correttivi». Bastano poche parole per illustrare l’intesa subito scattata tra Cremona e il suo nuovo questore, Vincenzo Rossetto.

Nato a Padova 59 anni fa, coniugato, laureato in Giurisprudenza, Rossetto ha iniziato la sua carriera in polizia nel 1983, con la frequenza del corso di formazione professionale per commissari presso l’Istituto Superiore di Polizia. A seguire ha prestato servizio prima presso la questura di Forlì e poi in quella di Padova, dove per ben otto anni ha diretto la Digos, un incarico molto importante e delicato. Dopo la promozione a primo dirigente, nel 2000, Rossetto ha guidato la Digos presso la questura di Bologna ed ha ricoperto l’incarico di vice questore vicario prima a Belluno e poi a Padova. Rossetto - che è stato nominato dirigente superiore della Polizia di Stato lo scorso giugno - a Sondrio si è distinto, tra le altre cose, per una puntuale quanto efficace risposta al repentino incremento dei furti, a cominciare da quelli nelle abitazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

02 Settembre 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000