il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CAPPELLA CANTONE

Tre segugi avvelenati, ipotesi bocconi killer

I cani lottano tra la vita e la morte, i primi sintomi di ritorno da una passeggiata in campagna

Tre segugi avvelenati, ipotesi bocconi killer

Due cani da caccia

CAPPELLA CANTONE - Hanno iniziato a sentirsi male al ritorno dai campi. E i sintomi evidenziati impongono una diagnosi certa: avvelenamento. Tre cani da caccia stanno lottando in queste ore tra la vita e la morte in una clinica veterinaria del territorio. Il loro padrone, un uomo residente a Santa Maria dei Sabbioni, è certo che i malesseri siano iniziati dopo un’escursione in campagna, ma l’origine dell’intossicazione rimane un mistero. Di ipotesi ne circolano parecchie ma la più verosimile è sempre la stessa: i bocconi killer. Vengono posizionati per le volpi, ma spesso a farne le spese sono i cani.

Difendersi è possibile? Sì, ecco come. Servono precauzioni e, soprattutto, tanto addestramento. Una delle tecniche consigliate è il cosiddetto ‘lascio e prendi’, che però va insegnata da un esperto: si tratta di una serie di esercizi che portano il cane a considerare gratificante far vedere al padrone cosa sta mangiando, e lo spingono a tornare con la ‘schifezza’ in bocca. Quindi a non mangiarla subito, di nascosto e da solo, ma davanti a qualcuno che possa vederlo e, se è il caso, salvarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

31 Agosto 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000