il network

Sabato 10 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


IL SINDACO GEREVINI: "E' UNA VERGOGNA"

Cani legati e annegati
Orrore a Crotta d'Adda

Le due carcasse avvistate da un ciclista

Cani legati e annegati
Orrore a Crotta d'Adda

Le operazioni di recupero dei corpi dei due cani

CROTTA D’ADDA — Li ha legati per il collo a due corde, le ha unite e poi ha agganciato un prisma di cemento e una tanica piena d’acqua. Poi giù nel canale, incontro alla morte. Li avrà anche guardati inabissarsi, i suoi due cani. Ha deciso di sbarazzarsene così, probabilmente per partire e godersi in pace le ferie. L’episodio, vergognoso, è avvenuto nei giorni scorsi a Crotta, nel canale di fronte alla discarica. Lo ha scoperto per caso un ciclista: le carcasse, in acqua da diverso tempo, si erano gonfiate a tal punto da riemergere come due macabre boe, ancora legate e attaccate alle zavorre. Subito l’uomo ha telefonato in Comune per avvisare. Indignato, infuriato, il sindaco Renato Gerevini ha denunciato l’accaduto ai carabinieri, all’Asl, alla polizia provinciale e all’Aipo (competente sul canale). Sono in corso indagini per far luce sull’accaduto e individuare i responsabili. "E’ una vergogna" attacca Gerevini.

APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE IN EDICOLA SABATO 3 AGOSTO

03 Agosto 2013

Commenti all'articolo

  • 2013/08/04 - 12:12

    Immagini (e civiltà) degne di un paese del terzo mondo quale ci avviamo ad essere noi Italiani.Non è che uno degli aspetti di degrado totale che stiamo vivendo.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000