il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


INQUINAMENTO DELLA FALDA

San Zeno, vietato l'uso dei pozzi

Il sindaco ha firmato un'ordinanza ad hoc

San Zeno, vietato l'uso dei pozzi

Uno scorcio del centro sportivo San Zeno

CREMONA - Il sindaco Oreste Perri ha firmato l'ordinanza con la quale stabilisce di non utilizzare, a scopo igienico sanitario e potabile, le acque dei pozzi del centro sportivo San Zeno e di provvedere al riempimento delle piscine mediante approvvigionamento all’acquedotto pubblico. L'acqua presa dai pozzi potrà essere utilizzata solo a scopo irriguo. La decisione è stata presa su indicazione del Dipartimento di Prevenzione Medica dell'ASL, tenuto conto dell’indagine di caratterizzazione avviata presso l’area a nord del centro a seguito di una contaminazione da solventi clorurati delle acque di falda superficiale e profonda. I risultati dell’indagine non consentono di definire il plume della contaminazione e pertanto sono in programma ulteriori verifiche analitiche. In linea precauzionale e in attesa di definire con maggiore precisione la geometria del plume di contaminazione in direzione Sud rispetto al sito contaminato, si è ritenuto opportuno adottare misure cautelative a tutela della salute pubblica.

Il provvedimento - arrivato al termine di un confronto fra il primo cittadino, l'Arpa, l'assessore all'ambiente Francesco Bordi e il comandante della polizia locale Fabio Germanà Ballarino - è legato alla vicenda dell'inquinamento della falda a valle del tratto di tangenziale compreso, a grandi linee, tra gli incroci con via Boschetto e via Bergamo. La notizia era venuta a galla ai primi dello scorso agosto, con le analisi svolte dall’Arpa nei pozzetti del centro sportivo San Zeno.  Le verifiche — attivate dopo l’autodenuncia di Keropetrol e Wonder — hanno palesato la presenza di solventi clorurati in uno dei pozzi del centro sportivo.  A seguire è iniziato il monitoraggio con piezometri e barriera idraulica. 

02 Agosto 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000