il network

Martedì 06 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


POLEMICHE SU DON LUIGI MANTIA

Patteggiò per abusi su minori, ora in servizio in oratorio

Bufera a Casirate, le molestie su due bimbi di 8 e 12 anni risalgono a quando il sacerdote era a Martignana Po

Patteggiò per abusi su minori, ora in servizio in oratorio

La parrocchia di Casirate (google street view)

CREMONA - Il 26 febbraio scorso aveva patteggiato due anni, con pena sospesa, per atti sessuali con minorenni, due bambini di 8 e 12 anni, quando era in servizio a Martignana Po. A meno di cinque mesi di distanza don Luigi Mantia è in servizio all'oratorio di Casirate d'Adda, paese della Bassa bergamasca dove i genitori dei ragazzi che frequentano la struttura hanno sollevato un polverone dopo aver appreso che anche il sacerdote avrebbe partecipato, da lunedì prossimo, alla vacanza dei loro figli in montagna a Zambla.

In realtà don Luigi, che abita al santuario di Caravaggio, è in servizio a Pumenengo, sempre in provincia di Bergamo, ma in prestito, visto che il parroco è andato in pensione a maggio e che il successore arriverà a settembre. Alle accuse don Luigi ha sempre replicato di essere innocente e di aver voluto patteggiare solo per chiudere la vicenda prima possibile, mentre la Curia di Cremona (Casirate, Pumenengo e Caravaggio, pur in provincia di Bergamo, appartengono infatti a quella Diocesi) spiega che il sacerdote non andrà in vacanza a Zambla.

Ma la polemica è ormai scoppiata a Casirate, dove il sacerdote ha contatti con i ragazzi dell'oratorio proprio come a Pumenengo. In quest'ultimo comune i parrocchiani sapevano della sentenza e il sacerdote è comunque riuscito a conquistare la loro fiducia, mentre a Casirate la notizia della sentenza si è appresa solo nei giorni scorsi e rappresenta un problema per i genitori dei ragazzi. Mercoledì e giovedì si sono tenute due riunioni proprio sull' argomento, durante le quali i genitori hanno spiegato che manderanno i figli in vacanza soltanto se non ci sarà don Luigi. «All'inizio, quando sono arrivato a Pumenengo, pensavano che mangiassi i bambini - ha raccontato il diretto interessato - poi hanno visto che persona sono e ora la vicenda processuale non è un problema per nessuno: qualcuno ci ironizza quando da fuori gliela fanno notare».

I guai per don Luigi iniziarono nel 2009, quando era in servizio a Martignana Po (Cremona). Due genitori denunciarono 'strusciamentì del sacerdote durante i giochi con i loro figli, di 8 e 12 anni. Fatti di contenuta entità, che hanno consentito al sacerdote il patteggiamento, solitamente escluso per i reati sessuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

13 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000