il network

Domenica 11 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


CASO RETTE

Materne, ora è ufficiale: rincari sospesi

Fondi trovati: la giunta fa dietrofront

Materne, ora è ufficiale: rincari sospesi

La giunta ha reperito i 100mila euro che anullano (almeno per il momento) i rincari delle rette alle scuole materne comunali: lo ha annunciato Walter Montini, capo di gabinetto del sindaco Oreste Perri, al termine della giunta di questa mattina. Il provvedimento scrive la parola 'fine' al lungo valzer di polemiche politiche e di proteste da parte dei genitori, scesi in piazza per dire 'no' agli aumenti.

Ecco la nota ufficiale diramata dall'amministrazione comunale.

La Giunta, nella seduta odierna, verificata l’effettiva sopravvenuta disponibilità di risorse straordinarie, non previste nelle scorse settimane, ha dato l’indirizzo ai competenti uffici comunali di predisporre gli atti necessari a sospendere, per l’anno scolastico 2013-2014, il pagamento delle rette nelle scuole per l’infanzia. La sospensione verrà deliberata nella prossima riunione di Giunta in programma giovedì 18 luglio. “Durante il Consiglio comunale dell’8 luglio scorso - dichiara il Sindaco Oreste Perri -, considerata la difficile situazione economica, mi ero impegnato a verificare se era possibile evitare in parte o completamente il pagamento della quota di compartecipazione della spesa che il Comune deve sostenere per il funzionamento delle scuole per l’infanzia. Ho mantenuto fede a quell’impegno disponendo le opportune verifiche, grazie alle quali è stato possibile accertare che vi è la disponibilità di fondi straordinari che potremo utilizzare per l’anno scolastico 2013/2014. Ritengo che si tratti di un risultato importante, a dimostrazione degli sforzi che la Giunta sta attuando per mitigare l’impatto che la crisi ha sulla vita quotidiana delle famiglie.” "In settembre - aggiunge l’assessore alle Politiche Educative Jane Alquati - partirà il confronto con la Consulta dei nidi e dell’infanzia e le organizzazioni sindacali per la definizione delle quote di compartecipazione per l’anno scolastico 2014-2015, da definire entro il dicembre di quest’anno, in tempo utile per le future iscrizioni. In ogni caso, la prossima settimana, una volta approvata la delibera, le famiglie saranno debitamente informate.”

Il primo commento, a botta calda, arriva dal consigliere del Pd Maura Ruggeri: "Dunque avevamo visto bene: l'introduzione della retta nelle scuole dell'infanzia è una scelta politica: i soldi si possono trovare se c'è la volontà di farlo.Ma c'è davvero questa volontà o si tratta solo di dare un contentino ai genitori per placare la protesta? La moratoria, per essere tale, deve essere garantita per l'intero anno scolastico e non solo per i primi quattro mesi; il percorso partecipativo inoltre deve coinvolgere i genitori che si sono fatti parte attiva e che chiedono di essere interlocutori diretti dell'Amministrazione.  Aspettiamo il sindaco Perri e la sua giunta alla prova dei fatti"

SEGUONO AGGIORNAMENTI

11 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000