il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


STANGATA RETTE

Il rammarico dei genitori: 'Siamo nell'incertezza totale'

Il comitato chiede un incontro al sindaco: 'Non sappiamo cosa dobbiamo pagare, nessuna comunicazione ufficiale"

Il rammarico dei genitori: 'Siamo nell'incertezza totale'

Genitori e bimbi al consiglio comunale di lunedì 8 luglio

CREMONA - I genitori tornano a far sentire la loro voce dopo l'approvazione da parte del consiglio comunale del bilancio dell'ente che ha portato con se l'aumento delle rette delle scuole dell'infanzia. E' il day after, il giorno dopo, il giorno in cui i genitori - anche alla luce dell'impegno del sindaco Oreste Perri per scogiurare i rincari - chiedono chiarezza.

"I cittadini di Cremona - è la posizione del gruppo genitori - hanno dimostrato di credere nel proprio futuro, di partecipare alla vita politica della propria città in modo spontaneo, gratuito e profondo. 980 firme (per ora) sono state raccolte in una settimana, con una spontaneità che moltissime famiglie hanno anche dimostrato nel Cortile Federico II. Questo è un patrimonio per Cremona, che non può e non sarà vanificato. Per il consiglio comunale, il gruppo spontaneo dei genitori dei servizi per l'infanzia di Cremona ha chiesto a tutte le forze politiche di poter reperire le risorse economiche necessarie ad evitare per l'anno scolastico 2013/14 le nuove tariffe, tale richiesta è maturata ed è stata concordata durante l'incontro con gli assessori Nolli e Alquati. Inoltre i genitori hanno accolto la proposta di avviare un percorso di concertazione al fine di condividere i criteri di compartecipazione ai servizi dell'infanzia".

E poi il rammarico per l'approvazione degli aumenti e per l'inceretezza riguardo al futuro. "Ci dispiace - proseguono i genitori - apprendere che nulla di tutto questo è stato approvato dal consiglio comunale. Rispetto all'impegno personale del sindaco in merito all'introduzione delle rette per la scuola dell'infanzia, i genitori si trovano ancora una volta, e più di prima nell'incertezza totale: siamo a luglio inoltrato, la data di scadenza per la consegna dell'ISEE è alla fine del mese e diverse famiglie non hanno ad oggi ricevuto una comunicazione ufficiale".

La richiesta di un incontro con il sindaco. "Chiediamo quindi di concretizzare le promesse in azioni tangibili, per la cui conoscenza attendiamo urgentemente un incontro con il Sindaco. Se i genitori ancora una volta non saranno rispettati, come potranno a loro volta rispettare le regole introdotte"?

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

09 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000