il network

Giovedì 08 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Comune, passa il bilancio
Forse rette congelate

Il sindaco Perri: faremo di tutto per evitare l'aumento delle tariffe scolastiche

Comune, passa il bilancio
Forse rette congelate

La seduta del consiglio comunale che ha approvato il bilancio

CREMONA - Il bilancio del Comune è passato con i 21 voti della maggioranza e 14 no della minoranza. Confermata, dunque, la manovra dell'ente della quale fa parte anche il paccheto relativo all'aumento delle rette della scuola dell'infanzia. Ma proprio su questo tema il sindaco Oreste Perri ha dichiarato il proprio impegno al fine di scongiurare la stangata per le famiglie cremonesi. Nel corso della votazione - consiglio comunale fiume che si è aperto in mattinata per chiudersi nel tardo pomeriggio - in cortile Federico II genitori e bimbi hanno dato vita ad nuova pacifica invasione per manifestare il loro dissenso.

L'impegno del sindaco. Il sindaco Oreste Perri in apertura della sessione pomeridiana del consiglio comunale ha spiegato che dallo Stato, tramite la Regione, è in arrivo una somma superiore ai 100mila euro da destinare al sociale. La giunta sta valutando l'ipotesi di utilizzare il denaro per evitare l'aumento delle tariffe delle scuole dell'infanzia per quanto riguarda il 2013. "Mi impegno - ha spiegato Perri nel suo intervento che ha aperto la seconda parte del consiglio - a valutare ogni margine d'azione che consenta di eliminare l'aumento delle rette delle materne attraverso il reperimento di risorse finanziarie. Ne ho già parlato con la giunta".

Emendamenti bocciati. Proprio in mattinata, relativamente a tale somma di denaro, il Partito democratico aveva annunciato la proposta di un ordine del giorno per impegnare la giunta ad utilizzare i fondi per il sociale per una moratoria delle rette delle scuole dell’infanzia. L'emendamento proposto dai democratici è stato bocciato. Così come quello che proponeva di destinare i 100mila euro del Ponchielli alle scuole materne per evitare di colpire le famiglie con gli aumenti delle rette.

Caso assenti. A proposito del Pd, che deve fare i conti con il clima teso legato alle assenze, non erano presenti cinque consiglieri. Si tratta di Daniele Soregaroli, Alessia Manfredini, Daniele Bonali, Alessandro Corradi e Annamaria Abbate.

Brividi nella maggioranza. I sindacati avevano chiesto un confronto con il primo cittadino Oreste Perri sugli aumenti delle tariffe, incontro che non c'è stato. I membri del gruppo misto, che hanno votato favore del bilancio, hanno espresso dubbi sul fatto che si sia fato tutto il possibile per evitare gli aumenti. Le forti perplessità di questi consiglieri hanno fatto correre più di un brivido alla maggioranza.

Pacifica invasione. Nel cortile Federico II, è andata in scena un’altra pacifica invasione di bambini e genitori: animazione, spettacoli e intrattenimento mentre nella Sala dei Quadri era in corso la votazione che sancirà gli aumenti delle rette scolastiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

08 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000