il network

Venerdì 09 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Degrado, sporcizia e droga tra le due stazioni

Scenario desolante (e pericoloso) tra lo scalo ferroviario e quello dei pullman in via Dante

Degrado, sporcizia e droga tra le due stazioni

Degrado alla stazione dei pullman in via Dante

CREMONA - Degrado, sporcizia, giri strani legati alla droga e bulletti che spadroneggiano. Questo è lo scenario tra le stazioni dei treni e dei pullman in via Dante. Basta passarci per rendersene conto.

«Si passa dalle carcasse di biciclette arrugginite e dal ‘totem’ che pubblicizza una vecchia mostra, distrutto e pericoloso a pochi metri dai binari, alla discarica abusiva spuntata intorno ai cassonetti di via Agli Scali, per approdare al ‘cimitero’ di biciclette, o meglio, di quel che ne resta, a fianco del prefabbricato dove prima c’era il bar Autocorriere, ora spostato dall’altra parte della piazzale», spiega un negoziante di via Dante. «In certi orari ci sono situazioni e presenze strane legate alla droga», dice Juri Alessandro Brocchieri, autista Aem, da anni ai vertici del sindacato di base. L'auspicio di tutti è che qualcosa si possa fare per porre rimedio alla situazione. Del resto, quello delle stazioni, è un biglietto da visita della città per chi giunge a Cremona con i mezzi pubblici.

Ladri di biciclette. Davanti alla stazione ferroviaria e, in minor misura, in prossimità della stazione dei pullman, sono i ladri di biciclette a imperversare a ad acuire il degrado. I furti sono aumentati progressivamente nell’ultimo anno e mezzo. Il punto è che spesso si rubano ruote o telai e si lasciano incatenato alle rastrelliere parti di bicicletta che nessuno poi porta via.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO



01 Luglio 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000