il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


La carica dei mille contro il caro scuola

Aumentano il numero dei firmatari dopo la stangata rette piazzata dal Comune

La carica dei mille contro il caro scuola

La protesta di bimbi e genitori in Comune

CREMONA - ‘Precettati’ li aveva definiti il vicesindaco Roberto Nolli al sorgere delle prime polemiche. Il problema è che i contestatori del ‘caro scuola’ incominciano ad essere un po’ troppi per essere ancora considerati solamente come ‘militanti assoldati’ dal centro sinistra e, così, liquidati.

Dopo l’invasione pacifica e colorata del consiglio comunale, lo scorso lunedì animato di mamme, nonni e bimbi con cartelli, il fronte del dissenso si sta rafforzando di giorno in giorno e sembra potersi trasformare nella ‘carica dei mille’: tante sono, infatti, le firme già raccolte contro l’introduzione delle rette negli istituti dell’infanzia. Nello specifico: 528, fra l’altro appena depositate, sono le sottoscrizioni racimolate dai genitori mobilitati sotto lo slogan ‘Non siamo il Bancomat del Comune’; e oltre 400 i nomi e i cognomi che compaiono sotto la petizione aperta in Internet dal movimento ‘Rete donne-Se non ora quando?’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

27 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000