il network

Domenica 30 Aprile 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


IL NIPOTE ABUSATO TRA IL 2000 E IL 2005

Dieci anni allo zio orco

Ma il condannato si proclama innocente

Dieci anni allo zio orco
Una vicenda complessa: le presunte violenze emerse in seguito all'affidamento del ragazzino ad una famiglia adottiva
E' stato condannato a 10 anni di reclusione per violenza sessuale: l'uomo, un 48enne, avrebbe abusato del nipote tra il 2000 e il 2005, ovvero quando il ragazzino aveva tra i 7 e i 12 anni. All'epoca dei fatti la giovanissima vittima viveva in provincia di Cremona insieme ai genitori; poi, nel 2006, è stato affidato ad una facoltosa famiglia di Modena (per ragioni indipendenti dai presunti abusi, emersi soltanto diverso tempo dopo). La madre naturale a quel punto ha intrapreso una vera e propria battaglia per poter riabbracciare il figlio, accusando i servizi sociali e rivendicando i propri diritti di genitore. Quando la donna è riuscita a rivedere il figlio, ha notato sul suo corpo diffuse ecchimosi: è in quel momento che il ragazzo ha raccontato degli abusi subiti dallo zio (il fratello del padre). Oggi  è arrivata la sentenza ai danni dell'uomo, che conitnua a proclamarsi innocente. E persino la mamma della presunta vittima sta dalla parte del cognato, convinta che il figlio abbia subito una sorta di lavaggio del cervello. Intanto la condanna a dieci anni è stata formalizzata: il pm aveva chiesto nove anni.

APPROFONDIMENTO SULL'EDIZIONE CARTACEA DE 'LA PROVINCIA' IN EDICOLA MERCOLEDI' 26 GIUGNO

25 Giugno 2013