il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


Vende bestiame pignorato per 2 milioni

Un allevatore di Camisano era stato nominato custode dei beni

Bovini in una stalla
CAMISANO - Avrebbe venduto a un commerciante parte dei capi che gli erano stati pignorati poco più di una settimana fa, ma erano rimasti nelle stalle della sua azienda agricola, in quanto l’allevatore era stato nominato custode dei beni. I carabinieri della compagnia di Crema stanno eseguendo accertamenti sul caso, che vede come protagonista un allevatore di Camisano. L’uomo avrebbe maturato un ingente debito, per forniture ottenute da un consorzio agrario: la cifra si aggirerebbe attorno ai due milioni di euro. Di fronte alle difficoltà dell’imprenditore nel rientrare dalla propria posizione debitoria, il consorzio ha avviato la procedura esecutiva, culminata con il pignoramento disposto dal tribunale ed eseguito dall’ufficiale giudiziario. Ma nella tarda mattinata di venerdì, è stata segnalata ai carabinieri la scomparsa di parte dei bovini. Stando alle prime verifiche, i capi sarebbero stati in parte macellati e altri venduti in una struttura della Campania. Per il momento, i militari del comando cittadino sono esclusivamente impegnati nella fase di acquisizione delle informazioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000