il network

Giovedì 17 Agosto 2017

Altre notizie da questa sezione

Tempolibero

Blog


COMUNE

Giallo buoni benzina, fatture al setaccio

Prosegue con tutte le cautele l'indagine interna da parte della polizia municipale: durante la settimana sono sfilate al comando persone che potrebbero essere coinvolte

Una pompa di benzina
CREMONA - Pur con tutta la cautela da riservare a un caso che lo stesso comandante della polizia locale, Fabio Sebastiano Germanà Ballarino, definisce «delicato e bisognoso di approfondimenti capillari», avanza a tappe forzate l’indagine interna sui presunti abusi che si sospetta possano essere stati commessi da dipendenti del Comune e da impiegati delle cooperative nell’utilizzo delle tessere carburante.

Per tutta la settimana sono sfilate al comando persone che potrebbero risultare coinvolte. O che, comunque, avevano la disponibilità di quelle card: «Si tratta semplicemente di alcune persone informate sui fatti» puntualizza Germanà Ballarino. E di altre che avrebbero voluto rendere dichiarazioni spontanee. Tradotto: non ci sono indagati.

Dalle indagini su carte e fatture emergerebbero alcune anomale discrepanze, i rendiconti sulle quantità di gasolio effettivamente erogate e quelli sul numero di chilometri percorsi. E si fa largo lìipotesi che qualcuno avrebbe approfittato delle autorizzazioni (non nominali ma riferite al veicolo) messe a disposizione dalla municipalità al proprio personale per garantire il pieno alla macchina di proprietà. Con addebito diretto all’ente pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Giugno 2013