il network

Sabato 03 Dicembre 2016

Altre notizie da questa sezione

Blog


COMUNE

Giallo buoni benzina, fatture al setaccio

Prosegue con tutte le cautele l'indagine interna da parte della polizia municipale: durante la settimana sono sfilate al comando persone che potrebbero essere coinvolte

Una pompa di benzina
CREMONA - Pur con tutta la cautela da riservare a un caso che lo stesso comandante della polizia locale, Fabio Sebastiano Germanà Ballarino, definisce «delicato e bisognoso di approfondimenti capillari», avanza a tappe forzate l’indagine interna sui presunti abusi che si sospetta possano essere stati commessi da dipendenti del Comune e da impiegati delle cooperative nell’utilizzo delle tessere carburante.

Per tutta la settimana sono sfilate al comando persone che potrebbero risultare coinvolte. O che, comunque, avevano la disponibilità di quelle card: «Si tratta semplicemente di alcune persone informate sui fatti» puntualizza Germanà Ballarino. E di altre che avrebbero voluto rendere dichiarazioni spontanee. Tradotto: non ci sono indagati.

Dalle indagini su carte e fatture emergerebbero alcune anomale discrepanze, i rendiconti sulle quantità di gasolio effettivamente erogate e quelli sul numero di chilometri percorsi. E si fa largo lìipotesi che qualcuno avrebbe approfittato delle autorizzazioni (non nominali ma riferite al veicolo) messe a disposizione dalla municipalità al proprio personale per garantire il pieno alla macchina di proprietà. Con addebito diretto all’ente pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

21 Giugno 2013

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 1000